martedì 19 dicembre 2017

Cranberry, oat and white chocolate biscuits. Ottolenghi mi hai rapita!



Vi avevo avvisati che ci sarebbero stati ancora biscotti nella cucina condominiale, no?
E quelli di oggi son davvero speciali. Io li ho già fatti e rifatti, regalati e ri-regalati, perché tutti quelli a cui li ho donati mi han chiesto il bis, con la scusa che è Natale!!
Non la so descrivere la perfezione, ma so che la perfezione sta in questi biscotti.
Sapevo che non sarebbe stato facile scrivere questo post, ma ci provo e vado subito al sodo.
Fino ad un mese fa non avevo mai sentito parlare di Ottolenghi, né mi era capitato di inciampare in qualche sua ricetta. Poi un giorno, mentre sceglievo un libro da regalare, vengo attratta da questa copertina e da lì un balzo al cuore, come un salto nel vuoto.
Voglio scoprire chi è Yotam Ottolenghi, e mi metto subito alla ricerca; leggo stralci della sua biografia, guardo foto, osservo gesti e ne resto letteralmente incantata.
Desidero che i suoi libri entrino quanto prima nella mia cucina, ma da dove iniziare??
È da un po' di tempo che penso di riprendere lo studio dell'inglese, e allora perché non ripartire proprio con un libro di dolci? Ed ecco che Sweet è arrivato. Con una sorpresa in più...
La mia socia Silvia, avendo intercettato l'intenzione del prossimo acquisto, mi ha letteralmente battuta sul tempo e... indovinate un po'?? Il libro me lo ha fatto recapitare direttamente sulla mia scrivania!!! Che emozione! 。♥‿♥
La sera stessa non ho neanche cenato. Quando sono arrivata a pagina 24 sono stata letteralmente rapita e non ho desiderato far altro: ho radunato tutti gli ingredienti sul tavolo e il mattino dopo, i biscotti erano pronti per la colazione. :-))))))
Ovviamente non ho modificato niente della ricetta. Neanche il titolo, che ho voluto lasciare in inglese per non  contaminare, anche solo con le parole, la perfezione appunto!
Eccoli qua i miei Cranberry, oat and white chocolate biscuits. Fateli anche voi. Almeno una volta!



INGREDIENTI (per circa 40 biscotti da 6 cm di diametro) 

150 g di mandorle intere con la pelle
150 g di farina 00 + una manciata per la lavorazione successiva
150 g di fiocchi d'avena
75 g di farina integrale
1/4 di cucchiaino di sale
225 g di burro a temperatura ambiente tagliato grossolanamente in pezzi da 3/4 cm
100 g di zucchero semolato
scorza grattugiata di un'arancia grande (non trattata)
125 g di cranberries tagliati a metà e ammollati in 25 ml di succo d'arancia
250 g di cioccolato bianco per la finitura


(clicca per ingrandire)
Accendere il forno 180°C in modalità statica (160° per quello a gas). Mettere le mandorle su una placca da forno e lasciarle tostare con lo sportello in fessura, per 10 minuti. Trascorso il tempo, toglierle dal forno e quando saranno tiepide al punto da poter essere maneggiate, tagliarle grossolanamente con un coltello in pezzi da 5 mm/1cm.
Nel frattempo mettere in ammollo anche i mirtilli nel succo d'arancia.
In una ciotola setacciare i due tipi di farina, aggiungere il pizzico di sale, i fiocchi d'avena e le mandorle; mescolare con le mani e riservare.
In un'altra ciotola mettere il burro ammorbidito insieme allo zucchero e la scorza di arancia; lavorare con le fruste di un mixer fino ad ottenere un composto soffice e leggero. Aggiungere il mix di farine mandorle, fiocchi d'avena, mirtilli rossi e succo d'arancia; amalgamare il tutto per ottenere  un impasto che sta insieme e rovesciare su un piano di lavoro. Con l'aiuto di una spolverata di farina, formare una palla e stendere ad uno spessore di circa 5 mm.
Con una formina tonda, ricavare dei biscotti e posizionarli direttamente su una teglia da forno foderata con apposita carta. Lasciar cuocere per 15 minuti fino a quando i bordi iniziano a dorare; sfornare e lasciarli raffreddare nella teglia. Solo quando saranno ben freddi, fondere il cioccolato in una ciotola poggiata su una casseruola con acqua che bolle dolcemente e mescolare fino a che non sarà tutto completamente sciolto. In questa fase, fare attenzione che la base della ciotola non tocchi l'acqua della casseruola, (il cioccolato bianco deve fondere a temperature molto delicate).
A questo punto glassare i biscotti con il cioccolato, usando il dorso di un cucchiaino.
Lasciare asciugare bene prima di confezionare o servire.



CURIOSITÀ

Ottolenghi, nel libro, racconta che questi biscotti venivano preparati e stravenduti nel suo negozio per il Thanksgiving, ma i clienti hanno continuato a chiederli anche dopo, ragion per cui la produzione si è estesa a tutto l'anno! Ci sarà un motivo??? :-DDDDDDD


Buon Natale, care lettrici e lettori!
Vi auguriamo di trascorrere giornate serene, piene di sorrisi e in compagnia di chi amate.
Tamara, Silvia, Emmettì


18 commenti:

  1. mamma mia che spettacolo questi biscotti!! devono essere buonissimi!!ciao ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica!!!! :-)))
      Si, questi biscotti son davvero meravigliosi!
      Grazie per esser passata di qua!
      Dolce notte! :-*

      Elimina
  2. Ma quant’è figo Ottolenghi tesorina? Anche io me lo porterei a casa insieme ai suoi libri, se potessi. La prima volta che ne ho visto uno è stato in una libreria in Costa Azzurra. Avevano solo libri in francese e nonostante io (e non chiedermi come perché non lo so) riesco a leggere le ricette del Bimby in francese senza alcun problema (e nella mia vita MAI l’ho studiato), ricette come quelle di Ottolenghi sono decisamente al di fuori della mia portata. Mi ricordo ancora qual’era il libro: Jerusalem, stupendo come foto, ricette e storia, che mi ha lasciato una nostalgia di Gerusalemme come se ci fossi stata e che arrivata a casa ho prontamente comprato. Sono seguiti Plenty e Plenty more, uno più bello dell’altro e molte delle ricette le ho riproposte sul blog, le lenticchie di Castelluccio con pomodorini confit e gorgonzola, la Pissaladiére di ceci, i ravioli di caprino senza che mai rimanessi delusa dal risultato. Sweet avevo deciso di non comprarlo perché ne avevano presentato alcune ricette su Starbooks ed io avevo avuto la malaugurata idea di provarne una, Lemon and semolina syrup cake. Ne abbiamo mangiati credo 10 a testa in un paio di giorni (provali se vuoi morire felice) e questo mi ha fatto capire che in questo periodo della mia vita, un libro sui dolci di Ottolenghi proprio non ci stava. Ed ho mantenuto il proposito finché ieri sera, verso le 23, con gli occhi già mezzi chiusi, mi è arrivata la notifica di una nuova ricetta della mia tesorina preferita ed ho aperto il link. Ho letto le parole, guardato le splendide foto di biscotti che promettevano il paradiso e tra il sonno che mi stava prendendo e la ragione che cercava di prevalere sulla gola, il mio dito si è spostato lentamente sull’icona di Amazon sullo schermo dell’iPad e con gli ultimi barlumi di coscienza ancora attivi (o forse no) ha cliccato su “Acquista” 😟

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaahhahahahahahaahahahahahahahaaahahahahha, mi fai morire Amica bellissima!!!!!
      A chi non piacerebbe avere Ottolenghi in casa??????
      Ahahhahahhahahahhahahaha, buongustaie noi!!!!!!
      Ecco vedi? Anche io leggendo qua e la son rimasta colpita da alcune cose come se le avessi vissute in prima persona! Ed è per questo che poi l'idea di acquistare Sweet è stata immediata!
      Jerusalem credo sia il prossimo!!! :-))))))))))
      Ahahahahahhahahahahahahahahahahhahaha, mi par di vederti con gli occhi mezzi chiusi e il ditino che piano piano si è spostato su "Acquista!! Ahahahhahahahahahahahahahahahahhahaha, meravigliosa sei!
      Grazie per tutto questo popò di commento e l'affetto che non mi fai mancare mai! Sapessi quanto sei preziosa!!!
      Un bacio bello, dolcezza! :-*******************

      Elimina
  3. TESORIIIIIII!!!!
    Io parlo al plurale ma vi confesso che mi frulla fra i ricci la domanda: "Silvia e T@m dove se so' 'nfrattate???"
    vi scrivo per augurarvi delle dolci e caldissime feste!
    Di godervi tanti abbracci e tante carezze.
    Di assaporare il tempo con i vostri cari e quello che vi condurrà a condividere attimi insieme...io vi immagino intente a spadellare con in sottofondo qualche canzoncina natalizia intonata dalla voce calda di Bublé.
    Insomma...vi auguro di NON FARE e di NON ESSERE come me che sotto le feste mi trasformo nel Grinch ahahahahahah
    Belli questi biscotti! e pure quel gran tocco di gnocco dell'Ottolenghi!
    Avevo già letto il suo nome in giro ma francamente prima di questo post non ero mai stata presa dalla curiosità.
    Approfitto del salto in libreria che farò in questi gg per buttare un occhio ai suoi libri e già so che insieme all'occhio cascherà pure la lingua (ovviamente per le leccornie...).
    Vi abbraccio strette!!
    A presto ed ancora AUGURI!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccola qua, la Riccia del nostro cuore!!!!!!!!!! :-))))))))))))
      Gli auguri che ci fai giungere son talmente belli che meriterebbero di essere scritti su una pergamena, incorniciati e messi in bella vista!!!!
      E non ci credo proprio che ti trasformi nel Grinch (bello lui! Lo adoro! ♥_♥)
      Gio', grazie di cuore per essere ancora qui, per tutto quello che di bello ci porti ogni volta che ti fermi a scrivere!
      Ti abbracciamo stretta anche noi e... le mie socie passeranno presto di qua! :-))))))))
      Tanti tanti auguri a te, LoveOfYorLife e tutta la tua famiglia!


      p.s. Ahahahaahhahahahahhahahaha, vedo che anche tu del bell'Ottelonghi non apprezzi solo le ricette!!!!! In effetti è un gran bel tocco! :-DDDDD

      Elimina
    2. Vabbè (anzi, va mal!) è un periodo che ribattezzo tutti...
      Speriamo che OttOlenghi mi perdoni!!!! :-DDDDDD

      Elimina
    3. Eccomi Riccia! Infrattate? Direi cadute in un burrone, piuttosto. Allora, intanto ti dico che Grinch lo divento anche io a Natale.:D
      Del caro Ottolenghi mi piacciono le ricette ma lui, boh, è come Knam. Hanno una foto ognuno dove sembrano gnocchi, invece nelle altre li trovo gnucchi. ^_^
      Ora ti lascio che vado a lanciare la corda a Tam, sennò mi resta là sotto fino a capodanno. :)))
      Un abbraccio ♥

      Elimina
  4. Ehhhh Emmettì...ne avevamo parlato anche noi di questo bellissimo libro, mi hai pure mandato la foto di Ottolino!!!....e ora è tuo....chissà quante meraviglie....

    questi biscotti sono stupendissimiiiiii!!! e stupendissima tu che li hai fatti e li hai pure regalati a destra e a manca!!!!! ma perché non abito più vicino a te?????????? quasi quasi chiedo il trasferimento!!!

    niente devo assolutamente mettere questo libro tra gli autoregali da farmi (e la lista è già molto lunga....ma io mi stimo e mi incoraggio e troverò senz'altro occasioni per autopremiarmi ahahahahaha)!!!!

    baci e abbracci alla mie condomine preferite (di cui faccio un po' parte anche io....diciamo che sto in cantina....uahahahahahah) e tanti tanti auguri di Buon Natale!!!!!

    PS: non spadellate troppo durante le vacanze, ché io c'ho già una lista lunghissima di cose che ho visto qui e che non ho ancora avuto tempo di fare!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahaahhaahahaahahahaahahahahahhaahahahhahahahahahahahaha, Ottolino Ottolino!!!!!!
      Sì tesoro, i biscottini sono stupendissimi proprio e... cosa aspetti a trasferirti qua??? :-DDDDDDDDDDDDDDD ♥
      Che fighi gli autoregali eh???
      E pure le autopremiazioni!!! Ahahhahahahahahahahahahahaa, mi fai morire, tu!!!!

      Baci e abbracci anche a te, socia in cantina di questo pazzo condominio!!! E tanti tanti auguri anche a te, alla tua dolce metà e a tutta la famiglia! A presto!!! :-* :-* :-*

      Elimina
  5. Ohhhhh direi proprio che è impossibile non innamorarsi di questi biscotti. C'è proprio tutto quello che mi piace, cranberry, farina integrale, avena e frutta secca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elenuccia mia, hai ragione! Questi biscotti sono una cosa pazzesca e non sai quanto mi piacerebbe allungartene un sacchettino!!
      Ci organizziamo con un teletrasporto? :-)))))))))))))))))
      Baci baci e buonissima giornata! :-*

      Elimina
  6. Meno male che arrivo solo adesso ... altrimenti mi toccava provare anche questi, da inserire nei miei pacchettini di Natale! Ottolenghi lo conosco e anche io trovo sia geniale ma non ho il suo libro sui dolci e me ne guardo bene dal prenderlo ahahahhh Il mio proposito per il nuovo anno è perdere almeno 5 chili e non credo che comprando il suo libro, potrei tener fede a questo intento. Voi siete uscite indenni da questa prima tornata di feste? Ora ci aspetta l'ultimo brindisi dell'anno e poi ... Tanti baci a tutte e tre e complimentissimi per questi biscotti, devono essere una bomba di bontà. Tanti auguri ancora ragazze, a presto.♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terry, dolcezza!!! Scusami se ti rispondo solo ora ma blogger non mi ha dato notifica del tuo commento!!! Grrrrrrrrr...
      Ahahahahahahahahahh, anche io ho tanti buoni propositi per questo nuovo anno e spero di portarli a termine!!! :-DDDDDDDD
      Grazie per i tuoi baci che ricambiamo in coro insieme all'augurio di tante cose belle!
      Ciao Terry, a presto!!! :-* :-* :-*

      Elimina
  7. Grazie di cuore a tutto il condominio x i vostri auguri <3 ricambio con tanto affetto e vi rubo un bel biscottino ^_^ A presto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendi tutti i biscottini che vuoi, cara Consu!!! :-)))))
      Un abbraccio da noi! :-* :-* :-*

      Elimina
  8. Sono spettacolari questi biscotti! Mi sa che li proverò presto! Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura bella!!!!
      Eh sì, questi biscotti non passano inosservati! Li ho reso protagonisti nei regalini golosi per le feste appena trascorse e chiunque li ha assaggiati ne è rimasto colpito, al punto di chiedere subito la ricetta per poterli replicare. :-)))
      D'altra parte Ottolenghi è Ottolenghi!!! ;-)

      Buona serata, cara! E grazie per la tua visita.
      Un bacio ed un sorriso anche da me! :-*

      Elimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.