lunedì 24 febbraio 2014

di Calamari incrostati e assonanze



Dopo torte, frutta candita, panettoni, e post 3x1, finalmente una cosa normale e veloce. E, soprattutto, un secondo. Ed è anche la seconda ricetta di secondo che postiamo nel condominio. Ve la dico in un secondo. Fra un secondo...... eh lo so.... quanto a scempiaggine non sono seconda a nessuno :)

Calamari in crosta o incrostati.

Questo è un piatto che faccio spesso, che mi viene richiesto sempre nelle cene ognunoportaunacosa, che non mi delude mai, che posso preparare in anticipo, che posso variare nel soggetto principale, che cuocio in modo diverso a seconda (eddaje!) di come mi gira, e, ultimo ma non ultimo (semmai, secondultimo....) buonissimo. A condizione di usare calamari freschi, e se possibile pane grattugiato fatto in casa. Se poi riusciamo anche a coltivare il prezzemolo e lo zenzero, e a torchiare l'olio dalle olive che abbiamo in giardino e a pescare i calamari....





RICETTA


Ingredienti per 4 persone normali o 6 a dieta:

  1 kg di calamari freschi
250 g di pane grattugiato (se fatto in casa è meglio)
  50 g di formaggio pecorino semistagionato o stagionato
150 g di olio e.v.o.
    1 radice di zenzero (5 o 6 cm)
 q.b. prezzemolo
 q.b. aglio grattugiato, schiacciato o in polvere
        zeste di limone (facoltative)

Cliccare sulle immagini per ingrandirle



- Lavare i calamari,  staccare la testa (oddio!),
- eliminare la cartilagine interna,  tirar via la pelle (orrore!),
- praticare dei tagli sulla pancia (terribile!),
- estrarre eventuali viscere residue (ce la potete fare!),
- con una forbice strappare gli occhi dalle teste tagliate (!!!!!!!!!!!!)

..... superato l'impasse e pensato che il lavoro di anatomopatologo è fra i più brutti del mondo, sciacquare ancora i calamari sotto l'acqua corrente e asciugarli.

Preparare la crosta.
- Mescolare il pane grattugiato con il pecorino, il prezzemolo tritato, l'aglio e lo zenzero grattugiato.
- Per ottenere una grana molto sottile si può dare una botta di cutter o tritatutto.
- Aggiungere l'olio e mescolare fino ad ottenere un composto abbastanza bagnato da aderire ai calamari.
- Impanare bene bene i calamari, se il pangrattato si ficca dentro la pancia meglio ancora, far aderire bene e decidere come  
cuocerli.
- Alla griglia, ma si tenga conto che parte della panatura andrà persa, oppure in teglia. Altrimenti  si può fare così: poggiare con delicatezza i calamari sulla griglia del forno e cuocere i primi dieci minuti nella parte più bassa del forno e 10 minuti sulla parte più alta con grill acceso. In questo modo i calamari si cuociono e dorano sia sotto che sopra senza necessità di girarli. Sotto la griglia è bene posizionare una leccarda che raccoglierà eventuali bricioline di pangrattato o liquidi.

Prima di servire, se gradito, si può rinforzare il profumo dello zenzero con buccia di limone grattugiata.

Visto? Finito! Un secondo che si fa in un secondo!










DI PERTINENZA


- Il pangrattato eventualmente avanzato si può surgelare. Sarà già pronto per un'altra occasione.
- Con la stessa panatura, come dicevo nella intro, si può cambiare il soggetto, è ottima sia per incrostare gamberi e scampi, sia per impanare tranci di salmone o pesce spada.

 


E poi, non mi ricordo se l'ho già detto, ma questo è il secondo secondo che..... :)




altre foto: http://visionigustative.blogspot.com/2014/02/calamari-in-crosta-alla-griglia.html


 DIVAGAmente


Assonanze




Mare
 
                      Amare

                                               Tamara

                       ama
 
il mare

 .
.
.
.


...e se mi chiamassi Elisabetta?!?


Tamara

35 commenti:

  1. ... ma non ti chiami Elisabetta. :)))

    Questo miscuglio per incrostare deve essere proprio al bacio!
    Poi vuoi mettere la comodità di un piatto veloce?

    Socia, continui a stupirci... e a farci ingrassare :))))

    :*:*

    p.s. Vado su visioni gustative, sai che non mi perdo mai, questa galleria della bellezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ti può consolare ingrasso pure io!!!!
      com'era la storia? ah sì, sono felice e mangio per festeggiare, sono depressa e mangio per dimenticare, sono ansiosa e mangio per placare, sono di fretta.... e non mi chiamo Elisabetta, no!!
      :*:*:*

      Elimina
  2. Una socia può scrivere due commenti consecutivi? Sìììì? Allora vorrei aggiungere che
    mi piacciono quelle parole fluttuanti che, simulando il mare, si ritraggono dalla battigia, per poi tornare ad inondarla. ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uh che bello
      parole fluttuanti, onde che carezzano, abbracciano, vanno e tornano.
      mi piaSce ♥

      Elimina
  3. Tam principessa, proprio ieri ho fatto le braciolette della nostra emmeti. Io amo la preparazione dei secondi e da voi più che mai cerco consigli e ricette. Questa panatura so che è eccezionale! Io la metto pure sulle verdure quella che avanza e riesco a far mangiare tutto a Mirko persino dalla zucca ai finocchi. Non vedo l'ora che pubblichiate altre ricette di secondi. Un bacione mia bella principessa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu lo sai vero qual è uno dei miei secondi preferiti: il pollo alla Maya! lo faccio almeno una volta a settimana :)
      Vero, con la panatura avanzata da questi calamari il giorno dopo ho impanato delle fettine di carne ma anche sulle verdure è favolosa, nel qual caso però, aggiungo un po' di menta fresca, che mi piace da morire con le verdure!.
      Un bacione tesoro mio!

      Elimina
  4. Tammy gnammy!!! Riesci a farmi venire fame anche alle 9.40 di mattina... in ufficio... ora chi glielo dice al mio stomaco che i calamari alla griglia non ci sono, né ora né a pranzo, e manco a cena??? Dovrò farlo felice e farglieli al più presto (che gusto mi dà pulire i calamari, squish squash :-D ), con questa tua panatura con pecorino e zenzero che è una cosa del tutto inedita per me! Pecorina e zenzero nella panatura per il pesce... ma da dove ti vengono queste idee geniali??? Ti adoro!
    Baci baci, buona giornata!
    PS: ma quanta panatura servirà per preparare il calamaro gigante da 8 metri che hanno pescato in Giappone nei giorni scorsi??? o_O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh my god... volevo scrivere pecorinO... O... O!!! già lo so che ora inizieranno le sgomitate e strizzatine d'occhio, ma lo giuro, stavolta Freud non c'entra nulla! solo errore di digitazione da fretta fu!!! :-P

      Elimina
    2. Errore di digitazione....?
      Ehm....ma che tastiera hai?
      Sulla mia la O è dalla parte opposta alla A...
      :))))))))))))))

      Elimina
    3. Eccallà! Lo sapevo che qualcuno non c'avrebbe creduto.
      Suona più convincente se dico che sono mancina (la "A" sta a sx della mia tastiera, e credo anche della tua ;-P ), e che la sinistra è più lesta della destra? Ha fatto tutto lei di tast... test... ehm, di polpastrello suo, io non ho avuto alcun controllo! :-P

      Elimina
    4. ahahahahahahahahahahaah!!!!!
      è verissima, sai il formaggia pecorina sta una meraviglia con i calamari, gli dà sapidità senza coprirne il gusta, la zenzera è il tacca finale!!!
      ....
      ....
      embè, sò mancina anch'io sò
      :)))))))))))))))))))

      Elimina
  5. Tamara....che voglia mi hai fatto venire!
    Adoro il pesce, adoro i crostacei...mi immagino già il profumo dei tuoi piatti.

    P.s. Meno male che non ti chiami Elisabetta! Altrimenti....

    Saresti stata un po' bulletta
    Avresti sempre avuto fretta
    E poi amato la cotoletta
    Mangiato la crocchetta
    Usato spesso alla ceretta
    Brucato come una capretta
    Disdegnato la bruschetta
    Saresti circospetta
    Peggio di una civetta
    Chiusa in una gabbietta
    Guidato la giulietta
    E pure la lambretta
    Suonato la trombetta...
    Ma comunque....
    saresti sempre stata una Reginetta!

    :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mamma mia per fortuna mi chiamo Tamara!!!
      sono una grande casinara
      e cucino la carbonara
      girando spesso con la cucchiara
      suono le padelle come una rocchettara
      e pulisco il pesce con la lupara!!!!!

      :))))))))))))))))))))))))

      Elimina
    2. ahahahahahaahahhahahahahahaahahahahahah

      Elimina
  6. Spettacolo di semplicità e gusto!
    Del resto il pesce non ha bisogno di grandi 'manovre' se è fresco. Anch'io seguo questo procedimento...solo lo zenzero mi mancava.... e adesso mi tocca rimediare,sono troppo curiosa!
    A presto Tamaretta (così siamo a posto)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah beh Tamaretta sicuramente va in bicicletta ed è un po' bulletta, va sempre di fretta, non disdegna la cotoletta e di sicuro non usa spesso la ceretta!!! ci sta proprio, tamaretta!

      E pure lo zenzero, ci sta! purché fresco, anche lo zenzero fresco è un'altra cosa :), poi mi dirai!
      Grazie Sabrina!!!

      Elimina
  7. Tam!!!!!!!!!!

    Splendida ricetta: golosa, appetitosa, sana e veloce!!
    Cosa volere di più???

    Se poi ce la presenti tu, amante del mare, risulta ancora più invitante! :)))))))
    Grazie my sweet princess :*****

    p.s. forse deve essermi sfuggito qualcosa... "E poi, non mi ricordo se l'ho già detto, ma questo è il secondo secondo che..... :)"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahah tesoro! questo è il secondo secondo che cuciniamo nel condominio, ma l'avevo già detto, secondo me :))))))))))))))))))))))))))))

      Scherzi a parte, davvero è una ricetta semplicissima, veloce ma d'effetto :), e come dice Maya, la panatura davvero versatile. D'altro canto, lo dico a te che hai pubblicato il primo secondo del condominio :):))))))
      un bacione tesoro!!

      Elimina
  8. E certo, del resto chi non va a pescare calamari? Questa è cope la storia del Mirto .... comuqnue siamo a posto, ecco cosa mi dovrai preparare quando ci vediamo, questo piatto. Mi piace moltissimo e non qua - al nord - i calamari è difficile riuscire a pescarli :)) Anche io sono in vena di stupidaggini oggi, scusami.

    ps Se ti chiamassi Elisabetta saresti sempre di fretta


    pps ok, ok me ne vado

    RispondiElimina
    Risposte
    1. - Questa è come la storia del Mirto .... e non: cope la storia del Mirto
      - comuqne sta per comunque
      - Mi piace moltissimo e noi qua ... e non: non qua

      Elimina
    2. Terry :))))))) che bello, un'altra frettolosa come me! che clicca invio prima di rileggere :)))))) non impareremo mai, vero? per fortuna!!
      Dai, pensavo, potremmo allevarli nella vasca da bagno i calamari!!!! che dici? :)))))
      un bacione e dove vai??? stai qua!!!

      Elimina
  9. SECONDO me è una ricetta deliziosa! Corro a concimare l'olivo così mi fa le olive per fare l'olio per fare la panatura... e a progettare la barchetta per uscire in mare a pescare i calamari... Ciaooooo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franci :))))))) vero, anche secondo te questo secondo non è secondo a nessuno? :)))))
      wow!!!! bravissima! progetta, coltiva concima...e.... ehm.... quando ci risentiamo per sapere come è andata? :))))

      Elimina
  10. Elisabetta CHI?????????
    noi vogliamo la Tamara che ci fa sbavare in un SECONDO davanti a questa roba.....
    tu non immagini che voragine ho nello stomaco.... mi si è aperta quando ho visto i primi tentacolini e si apre sempre di più!!
    un abbraccio tesora!
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma Elisabetta Vattelapescacalamari no? :)))))
      sìsì sbaviamo in un secondo, altroché!!
      un abbraccio immenso!!

      Elimina
  11. Li vedo ben felici questi calamari. Felici di rotolarsi in una croccante e gustosa panatura. Ma mai contenti quanto lo saranno state le fortunate boccucce che li hanno accolti.
    Un saluto ed un bacio
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahah Maria Grazia!! bellissima l'immagine dei calamari felici di rotolarsi nella panatura! e ancora più bella quella delle nostre boccucce :))))))
      Un sorriso gigantesco!

      Elimina
  12. sento il profumooooo!!!!! adoro le panature del resto, noi siciliani, paniamo tutto!!!!!
    adoro il pesce panato, mantiene tutto il sapore e la morbidezza!!! ottima preparazione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cugina Mimma :)))))) eh lo so, voi cugini siciliani panate tutto, e come panate!
      vero, la panatura è proprio una crosta che esalta il sapore e al contempo evita che il pesce si secchi. Grazie Mimma!

      Elimina
  13. Ziatam ma io ero rimasta super indietrissimo! avete postato delle ricette troppo belle!!!
    non sto più al passo con niente, mi sono spenta. Riaccendetemi!!!
    ho bisogno di amare del mare e di Tamara! :))))))))))))
    questi io li ho già fatti perchè me li avevi detti per telefono :)
    Sono BUONISSIMISSIMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
    tanti baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arrivooooooooooooooooooooooooo! ma che hai bisogno che ti accenda????
      ehm....non mi fare parlare :))))))))))))))))
      vero!!!!!! mi ero dimenticata che ne avevamo parlato al telefono!!
      ma quanto mi piace quel tuo musetto di bimba dispettosa!!!!!

      Elimina
  14. Cielo che meraviglia questo piatto!!!!!!!!!!!!!! O_O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. TEsoro bello!!!! che salto indietro hai fatto :))))))))))))))))))))
      proprio una meraviglia, come spesso accade con le cose più semplici.
      Bella che sei :-*

      Elimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.