lunedì 23 giugno 2014

Saga dello spaghetto: Ciak 2, spaghetti al pesto di rucola e pomodorini!


Piatto buono e veloce, e post sintetico! Sì ma con la ricetta scritta! Mica come la mia socia, che qui è stata così sintetica che manco una parola! Ahahahah!!! 

Tam di' la verità, nun c'avevi voja de racconta'! ;-) 




Ingredienti
  • 300 g di spaghetti
  •    70 g di rucola
  • una decina di pomodorini ciliegino, o altro tipo, maturi.
  • 1 spicchio d'aglio
  •   40 g pecorino romano grattugiato
  • olio q.b. a gusto personale (io, abbondante)
  • sale e pepe


Procedimento

Lavare e asciugare la rucola, metterla in un mixer col pecorino grattugiato e l'aglio e frullare, poco, il composto deve rimanere granuloso. 
Mettere il miscuglio in una ciotola, aggiungere l'olio e i pomodorini tagliati a pezzetti. (Se usate altro tipo di pomodori, spellateli, privateli dei semi e tagliate a dadini.) 
Salare e pepare. 
Cuocere gli spaghetti in acqua bollente salata, scolare e condire con il pesto preparato.
Servire caldi.

Note

Da un po' non preparavo questo pesto (ricetta presa da un vecchio inserto di cucina), perciò ho rispettato fedelmente la ricetta  ma devo dirvi che dello spicchio d'aglio si può fare a meno, anzi.  Nel pesto alla genovese mi piace, non ci rinuncerei, ma in questo secondo me, meglio senza! 


Silvia

34 commenti:

  1. Silviaaaaaaaa!!!

    Non so se sono più attratta dalle foto spettacolari o da questa forchettata di spaghetti qui su che mi guarda e sembra dire... MANGIAMI!!!!!

    Bellissimo Ciak 2: semplice veloce e gustosissimo!!
    Ho giusto giusto della rucola selvatica e credo proprio che questo sarà il primo piatto si oggi ;)))
    Grazie beddha mia per avercelo presentato e complimenti ancora per le foto, soprattutto per la prima dove gli spaghetti, che sembrano spiccare il volo, hanno una cornice meravigliosa di colore!!!

    Buon inizio di settimana e buon tutto! :*********

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emmettììììììììììììììììì!!!!

      Buona serata socia e grazie, sempre! :*

      Elimina
  2. Quando ho visto gli spaghetti che se ne andavano sulla forchetta ho pensato "Oddio, il post è così sintetico che... non ce li fa manco vede'!" :D :D :D
    E invece... c'è perfino la ricetta!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahahahahaha!!!! Franci!!!!

      Visto? Gli spaghetti stanno ancora qua e c'è pure la ricetta! ;)

      :*

      Elimina
  3. Silvia mia.... lo sai cosa mi piace di questo pesto? Che gli spaghetti non sono affogati dentro... di solito sono amari, invece qui vedo che sono dosati perfettamente rucola e pomodorini... mò.... ma quanto me possono piascè? Tantissimo e l'aglio pure ce lo metto che lo adoro!!! Mitica! Bellissime le foto, complimenti! Un bascione forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty sono felice che ti piacciano! Se li fai mi farai sapere!

      Un baScione a te! :)

      Elimina
  4. Uhhhmmm, comincia il tempo della pasta coi pomodorini e questa non me la lascio scappare. Sembra incredibile, ma a me non viene bene la pasta cu li prummitori scattarisciati Voi come la fare? Lasciate i pomodori interi o li tagliate? Perche non fate un bel post su questo semplice piatto salentino? Come sempre i piatti semplici sono i piu insidiosi scusate se mi sono permessa di divagare dalla ricetta principale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariuccia scusa di che! :) Qui facciamo sempre una gran confusione e ci piace così! Perciò ritieniti libera di divagare quanto ti pare! :)
      Vediamo se la nostra socia salentina ci fa una pasta con i prummitori scattarisciati!
      Io li taglio a metà o addirittura in 4. Sia che li cuocia oppure no, come in questo caso.

      Ciao Mariuccia :)

      Elimina
    2. Mariuccia, io li faccio interi, perché devo "scattariSciare", cioè scoppiare, e se sono tagliati non scattariciano :)). Poi si dovrebbero usare gli spunzali, però a me le cipolle non piacciono tanto, le mangio solo grattugiate, solo che in questo caso si brucerebbe. Allora faccio friggere un paio di spicchi di aglio con i pomodori, poi quando questi cominciare s scattariciare, tolgo l'aglio e aggiungo peperencino tritato (io uso quelli tondi freschi, ne compro quantità industriali in estate, in parte faccio la marmellata ed in parte li congelo per l'inverno), sale, capperi, origano e, se le ho, anche olive nere, ovviamente le nostre leccine. Per condire la pasta poi, ci aggiungo basilico fresco spezzettato con le mani e formaggio ricotta. :)
      che ne dici? :)

      Elimina
  5. Meraviglioso il pesto di rucola, una vera risorsa, soprattutto d'estate per condire un piatto di pasta in modo veloce, fresco e saporito. A me piace usarlo come base legante, aggiungendo poi altre sfizioserie, come te gli onnipresenti pomodorini, a cui aggiungere anche dadini di formaggio fresco tipo giuncata o primosale e gherigli di noce, oppure gamberetti e gherigli di noce (qualche noce io le trito anche direttamente nel pesto). In mancanza di pomodorini freschi, anche quelli secchi fatti rinvenire e poi tagliati a strisioline... insomma, W il pesto di rucola, buono da solo e in compagnia!
    Ciao cara! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, W il pesto di rucola!
      Grazie per i suggerimenti di altre varianti! :)

      Ciao cara :*

      Elimina
  6. ottimi questi spaghetti,mamma mia che bontà da quanto non mangio un piatto di pasta, grazie per la visione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola in questo periodo mangi soltanto gelati? Scherzo ; )

      Cosa ti tiene lontano dalla pasta? :)

      Grazie per essere passata :)

      Elimina
  7. Allora verrò sempre a guardare, se mai davvero qualcuna del condominio avesse la voglia di prummitori scattarisciati , LI HO MANGIATI tempo fa in una trattoria di Nardò, un piatto divino nella assuluta sempliceta degli ingredienti, ma, ma.......provato a riprodurlo a casa non ho piu ritrovato quel sapore. Mi hanno detto, e forse è vero, che la "colpa" è della scarsa qualita dei pomodori, quelli bellissimi alla vista ma senza alcun sapore Ora dovrebbe andare meglio con i "paesani" Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariuccia, vediamo se Tam raccoglie le nostre sollecitazioni! ; )

      Ciao!

      Elimina
    2. Ciao Mariuccia! Mamma che buoni li prummitori scattarisciati! Vero, un piatto molto semplice e "povero", come tutti i piatti salentini, ma tanto tanto buono. Vero, è importante, proprio per la semplicità del piatto, che gli ingredienti siano di prima qualità. In questo caso, che l'olio sia il nostro meraviglioso olio evo, che i pomodori siano quelli de mpisa (come lo traduciamo?:) o comunque i pomodori nostrani, in questo periodo se ne trovano di profumati, e che i pomodori si facciano "scattarisciare", possibilmente interi :)
      Mariuccia, mi hai dato un ottima idea... anche se non sto riuscendo a stare al apasso! ho tantissime ricette in bozze che non riesco a rifinire.
      Però questa me la annoto subito, anche perché in questo periodo sto sfornando frise a go go, e i pomodori scattarisciati sono buonissimi con le frise!
      Un abbraccio e grazie Mariuccia!

      Elimina
  8. Adoro questo piatto, Silvia! Il pesto di rucola, beh, che infinita bontà. Con la dolcezza dei pomodorini questo spaghetto, il mio formato di pasta preferito, diventa unico. Assaggiooooooooooooo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io adoro la rucola e pure gli spaghetti!!!
      Grazie Erica :*

      Elimina
  9. un piatto divinooo!!!!!!! lo adoro per il contrasto della rucola con il pomodorino!!!!! bravissima!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mimma grazie, sono felice che lo approvi!
      :)

      Elimina
  10. Eccomi!!!! m'hai sgamata! Oddio, non è che proprio non abbia voglia di raccontare, ma sono ancora in giro per il mondo, solo che mi perdo spesso o ripasso dove sono già stata e.... ok va bene insomma eccomi :)))))
    Mamma mia cosa sono qusti spaghetti, semplici e bellissimi, che belle foto tesoro! fanno venire l'acquolina in bocca, pure di notte!
    Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccola la mia socia girandolona!!!!
      E sì, ti ho sgamata! :))))
      La prossima volta che ripassi di qua, fermati!!!!
      :*:*:*

      Elimina
  11. Ciau Silvia caraaaaaaaaaaaa!!!!!!!
    Ora solleverò un coro di "nooooooooooooooooooooo" ma...ti confesso, e con non poca vergogna, che io il pesto di rucola non l'ho mai mangiato.
    Che dire: POSSO RIMEDIARE GRAZIE A TEEEEE!!!! Colmerò questa mia lacuna! :-D
    tra l'altro..mie care svalvolate, faccio che domandarvi scusa in anticipo se sentirete le vostre orecchie fischiare:
    domenica, tempo permettendo, andrò in una località poco fuori Torino perché c'è la sagra dello spaghetto..meglio nota come "SPAGHETTOPOLI" e quindi non potrò NON PENSARE A VOI!!!!!!! :-))))
    Un bacione GRANDE GRANDE!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riccia bella!!!!
      Sì sì pensaci tanto che a noi piace un sacco!!!
      Poi ci racconti di Spaghettopoli eh!

      Un bacione grande a te!

      Elimina
  12. Uno torna dopo una settimana all'estero senza la pasta e cosa ti trova? Mammamiaaaaa che voglia!!!!

    Quelle foto parlano da sole!!!

    p.s. ma le fragole? ahahahah, kettepossino!!!

    altro piesse: bello il primo collage ;)

    RispondiElimina
  13. AHAHAHHAHAHAHA!!!!!
    Pare che te l'abbiamo fatto apposta!!!!
    Eh lo so c' hai ragione le fragole non c'entrano niente poi ti dirò perché erano lì! :)))))

    Collage
    Felice che ti sia piaciuto! ;)

    A presto allora! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...è il famoso elemento che non c'entra un f...ico secco! :))))

      Elimina
  14. Ciau Silviettaaaa!!!
    Allora... vi è sembrato di essere in stazione con il capotreno che vi fischiava nell'orecchio per avvertire che il treno poteva partire???
    Oppure di essere attorniate da una nuvola di zanzare??
    Oppure di essere appena uscite da una discoteca dopo ore ed ore di musica martellante???
    Mi spiace deludervi ma non era niente di tutto ciò. ERO IO!
    (E qua ci starebbe benissimo un "TA-TAAAAA" in sottofondo come quando Poirot scopre il colpevole dell'assassinio)
    Niente capotreno, niente zanzare e niente "unz unz". Solo la sottoscritta che vi ha pensate tantissimo.
    Sono stata a questa fantomatica SAGRA dello SPAGHETTO ed ovviamente...era tutto un tripudio di spaghetti (va da sé che se il tripudio fosse stato di farfalle si sarebbe chiamata "SAGRA DELLA FARFALLA"..ed effettivamente se vi avessi scritto che ho pensato a voi ed alle vostre farfalle probabilmente anche solo uno zero virgola di perplessità l'avreste registrato).
    Una bella serata che si è districata lungo un menu con svariati antipasti tipicamente piemontesi (la maggior parte dei quali causa l'estinzione dei vampiri...insomma aglio come se piovesse),
    10 tipi di intingoli differenti tra cui scegliere per condire il proprio spaghetto (...), desserts e prezzi modici (eccola lì la mia vena ligure che prende il sopravvento).
    Tanta gioventù (sembro mi' nonna) allegra che si dava da fare a servire.
    Insomma: una piacevolissima serata allietata da...un freddo PORCO!!! Ma tanto dicono che il freddo fa bene: ci si conserva (ciao ciao rughe) e si bruciano calorie (Silvia, ti sfido a trovarmi una falla pure in quest'altro mio diabolico piano per dimagrire ^_^).
    Questo è quanto. Inutile dire che i vostri spaghetti (...) mi sono mancati tanto! Che poi è un modo velato ed ovviamente carico di doppi sensi (ormai non ci provo nemmeno + ad evitarli...ormai l'avrete notato) per dire che sarebbe stato bello avervi lì! A presto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricciaaaaa!!!! Ahahahahhahaah!!!!
      Ecco perché le mie socie ed io avevamo una zanzara che ci ronzava fisso nell'orecchio, eri tu!
      Vorrei commentare ogni cosa che hai scritto ma sarei veramente prolissa, perciò mi astengo ma sappi che ho letto il tuo commento almeno dieci volte! :)))

      Ciauuu Giovanna!

      p.s. Mi fai morire con i tuoi (involontari?) doppi sensi! Ahahahahhahaah!!!!

      Elimina
  15. Silvia te la copio questa ricetta!!!!!

    RispondiElimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.