lunedì 26 maggio 2014

I maritozzi con la panna




I maritozzi con la panna (ma anche senza)  sono sempre stati i miei preferiti quando,
raramente, facevo colazione al bar!
 Nei miei ricordi di bambina erano senza aggiunta di uvette, però qua e là leggo che i maritozzi romani sono anche con. Boh, io li ricordo semplici ma vabbe' andiamo avanti.
La prima volta che li feci, fu con lievito di birra. 
Mi riuscirono anche bene, ma ne rovinai il sapore usando del miele di castagno dal sapore invadente.
Rimasi molto male, mi promisi di rifarli a breve ma poi non fu così.

Oggi ci riprovo, ma con lievito madre liquido e con un miele dal gusto decisamente più delicato. E anche con un po' di esperienza in più in fatto di lievitati. 

La ricetta di oggi, e quella di allora, è la stessa perché al di là dei miei errori passati è validissima. L'ho presa da lui che a sua volta l'ha presa da quest'altro lui.

In verità devo dirvi che ero partita per rifarli con lievito di birra, ma ho telefonato a lui  per domandargli se fosse il caso di diminuire ancora il ldb. Lui mi risponde di farli con il lievito madre, io ribatto che non mi va di rinfrescarlo, che voglio farli in giornata. Ma quando lui consiglia, io poi non riesco ad ignorare, così mentre apro il frigo per prelevare gli ingredienti, mi va l'occhio sul barattolino del li.co.li e...e...vabbe' li faccio col li.co.li!!!! 
A Pie' mannaggia attè, finisce sempre che te do retta!!! :)))))


Bene, proseguo con dosi e procedimento che ho leggermente modificato per l'uso del licoli e perchè ho voluto aumentare un poco ľ idratazione.



Ingredienti 
  • 100 g di li.co.li  
  • 400 g di farina manitoba (io Lo Conte)
  • 50 g di farina di riso
  • 100 g acqua
  • 100 g latte
  •  90 g di zucchero 
  •    1 cucchiaio di miele (io di acacia)
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  •    8 g di sale
  •  60 g di burro
  •  40 g di olio di arachide
  • zeste di 1 arancia grattugiate 

per pennellare albume e sciroppo di zucchero ghiaccia all'acqua. (15 g di acqua bollente versata su 60 g di zucchero a velo e amalgamato)

Procedimento 
Rinfrescare qualche ora prima il licoli.
Scaldare acqua e latte con la metà delle zeste e lasciar raffreddare.
Scaldare i 40 g di olio con l'altra metà delle zeste e lasciar raffreddare.

In una ciotola mettere il licoli e scioglierlo con l'acqua precedentemente scaldata con le zeste, raffreddata. Aggiungere le farine meno qualche cucchiaio da utilizzare durante l'inserimento di burro e olio.
Avviare la macchina con la foglia e una volta assorbita tutta la farina aggiungere l'uovo intero leggermente battuto e mischiato al resto dello zucchero (45 g) e incordare.
Inserire ora il tuorlo con il miele e il sale.
Aggiungere in due o tre volte il burro morbido a pezzetti senza perdere l'incordatura aiutandosi con un po' della farina tenuta da parte, in qualsiasi caso alla fine andrà inserita tutta.
Unire l'olio a filo sempre stando attenti a non perdere l'incordatura. Montare il gancio e non appena la massa si aggrappa, interrompere e controllare il velo.
Coprire e aspettare che parta la lievitazione, ci vorrà qualche ora.  Se non parte, dopo tre ore schiaffate comunque in frigo per almeno 6/10 ore. A me è capitato di tenerlo  per 24 a causa di un imprevisto.
Con questo metodo si possono gestire meglio i tempi di lavoro e ne guadagnerà sicuramente l'impasto ché gli aromi si fonderanno meglio con la massa.
Il giorno dopo togliere dal frigo, portare a t.a. circa 2- 2 e 1/2 ore.
Dividere in pezzature da circa 80 g, io le ho fatte troppo piccole e nessuna uguale all'altra! 
Formare prima come per i panini, come da sequenza foto collage.
Lasciar riposare per 15', capovolgere le palline e formare a filoncino come da foto ai punti contrassegnati 2 e 3. Se poi è poco chiaro, affidarsi al video dello Ziopiero più famoso del web
Posizionarli  con chiusura sotto su teglia foderata di carta forno, coprire con pellicola senza sigillare e rimettere a lievitare. Io ho formato la sera e cotto la mattina successiva (circa 12 ore). Ovviamente d'estate le ore di lievitazione saranno meno. 
Pennellare con latte (albume se si vogliono lucidi) e cuocere in forno statico a 190° per 10 minuti, poi 5' a 175°. Qualche minuto prima tirarli fuori, pennellarli con la ghiaccia e infornare nuovamente. 
Sfornare, lasciar raffreddare, tagliare da sopra dove c'è la gobba per il senso della lunghezza, senza arrivare a dividere del tutto le due parti e farcire con panna oppure gustateli semplici.




e mentre io allestivo...


lui si accomodava...


e lei si serviva!


Vi lascio in...fiore!


Silvia

edit del 7.06.2014 che poi doveva essere datato in realtà 26.05.2014

Questi meravigliosi maritozzi li ha fatti in contemporanea anche la nostra Tam, li avevamo pubblicati lo stesso giorno. Lei qui. Soltanto che Tam ha una socia distratta, io, la quale si è ricordata soltanto oggi di comunicarvelo. :)))


edit del 14.07/2016

Questi i bellissimi maritozzi, della cara MT, foto che risalgono a due anni or sono e che io avevo completamente dimenticato di mettere qui. Sono imperdonabile. 








57 commenti:

  1. Lui, cioè io, ha avuto la fortuna di assaggiarli!
    Lui, cioè io, dice che son venuti perfetti!
    Lui, cioè io, dice che ne vorrebbe ancora un paio a colazione!
    Lui, cioè io, li rifarà a breve!

    :)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande zio Piero!!!!!!!!!!!!!!!!! :D

      Elimina
    2. Lei, cioè io, ha avuto la fortuna di farli assaggiare a lui, cioè te!
      Lei, cioè io, si scioglie che lui,cioè te,dice che sono venuti perfetti!
      Lei, cioè io, non vede l'ora di assaggiarli quelli suoi, cioè tuoi!
      :)))))

      Elimina
    3. Lui fortunato... Lei bravissima !!! :))))

      Elimina
    4. Lui, cioè io, li rifarà
      Lei, cioè tu, li mangerà
      Ma Lui, cioè io, sa bene che cosa dovrà farti
      E Lei, cioè tu, sa bene di cosa si tratta....

      :)))))

      @Erica: grazie!!!!
      @Cintia: :)))))

      Elimina
    5. @Cintia: Grazie!

      @Piero: o_O :))))

      Elimina
  2. Oooohhh mio Dio!!!! Silvia...i maritozzi!!! Io non li ho mai assaggiati ma per me, se la Bibbia fosse riscritta, Adamo anziché per la mela dovrebbe cadere in tentazione per il maritozzo...ma ora che lo scrivo mi rendo conto di essermi insinuata in un ginepraio di doppi e forse anche tripli sensi ^_^. Beh riscritta per riscritta a sto punto dovrebbe essere Adamo a tentare Eva col maritozzo. Senti facciamo che la pianto qua, va...altrimenti finisce che davvero il fulmine mi viene a colpire in pieno riccio ^_^.
    E siamo solo a lunedì. La vedo lunga!!!!! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahhaahaha Giovanna!!!!!
      Sei meravigliosa :DDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDD

      Elimina
    2. oooohhhh ma grassssieeee!!! :-* :-D

      Elimina
    3. Giovanna!!!! Ahahahahaahhhaaa!!!!!
      Hai conquistato tutto il condominio con Adamo e il suo maritozzo!!! Ahahahaha!!!!
      Grazie per essere passata e...averci deliziato con la tua nuova reinterpretazione della bibbia!
      Bacione!

      Elimina
    4. Ma grazie a voi come sempre per il vostro animo travolgente!!!
      Sai...volevo andare contro tendenza: tanta gente lotta per conquistarsi un angolo di paradiso. Io, invece, senza alcuno sforzo mi sto garantendo ombrellone e sdraio all'inferno ^_^.
      Brava Giovanna! Me lo dico da sola!

      Elimina
    5. "Riccia"...confesso che zitto zitto ho riso tanto anche io...

      ...ma poi scusa, all'inferno mica c'è il sole e la sabbia che ti danno sdraio e ombrellone... vabbe'...magari te li danno per punirti, altrimenti che inferno sarebbe?!?!?!!!! :))))))))

      Elimina
    6. E te lo dico pure io! Brava Giovanna! Ahahahahahah!!!!!

      Elimina
    7. @Carissimo Zio Piero: riconosco di avere un'immagine alquanto distorta dell'inferno, mea culpa. Però, ammettilo, è sicuramente mooooolto + accattivante di quello dantesco. Talmente accattivante che quando mi fanno salire un diavolo per riccio tanto da mandar qualcuno all'inferno, quel qualcuno mi ringrazia!!! Perciò all'ombrellone con sdraio aggiungo anche un bicchierone (american size) di FRUSTRAZIONE >_<
      Oppure dici che l'ombrellone e la sdraio me li danno direttamente in testa???

      @Silvia: grasssssieeee!!!! ma con tanto di ammiccamento e voce suadente, però! Ci siamo capite ;-)

      Elimina
  3. Silviaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!
    Non puoi farci questo...
    Di lunedi mattina poi...
    Quando io non ho avuto neanche una briciola di niente per la colazione mattutina...

    Meravigliosi beddha mia!!! Davvero meravigliosi!!!!
    E..., come qualcuno più su..., anche io li rifarò a breve..., anzi a brevissimo!!!! :DDDDDDDDDD
    Bacio immenso :***************

    p.s. aspè... no dico..., sempre qualcuno più su li ha assaggiati???? :-OOOOOOOOOOOOO
    lui si... e le tue socie no?????? :-OOOOOOOOOOOOOOOOO
    No no no..., così non va proprio bene!!!
    Ahahahhaahhhahaahhahahahaahhah

    pp.ss. foto veramente bellissime SIlvia!!!!

    ppp.sss. grazie per i fiori...; ne prendo uno e me lo metto qui sulla scrivania!! ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E come mai la mia Emmettì che adora la colazione, e che in un suo post parlava di dedicarle almeno un'ora, oggi non aveva niente nello stomaco? :)))
      Grazie socia per i generosi complimenti che sempre mi dedichi ♥

      Elimina
    2. :*****************************************************************************************************

      Ieri son passate le cavallette a casa mia e stamattina solo briciole....
      :DDDDDDDDDDDDDDDDDDDD

      Elimina
  4. Telepatia, questo è!
    Perché stamattina aprendo il frigo ho visto il licoli e mi son detta: è ora di fare i maritozzi (che giacevano nella mia mente da una settimana) e l'ho rinfrescato!
    A presto mie notizie!!
    Intanto prendo volentieri spunto da te!
    Un bacione e grazie per aver condiviso tutto come sempre con grande maestrìa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabrina dai, maritzza pure tu!!!!
      Poi ci dici eh!

      Un bacione a te carissima!

      Elimina
    2. Vabbe' volevo dire maritozza! :)))

      Elimina
  5. non li ho mai mangiati ma....wow!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    darei una bel morso a quel maritozzo tagliato a metà a straripante di panna.
    ma pure quelli non farciti mi attirano parecchio, tuffati nella mia tazza della colazione.
    belli Silvia, e immagino buoni. Chissà prima o poi ce la faccio a provarli.
    sai che spesso pure io sarei tentata di riprendere in mano il lievito di birra...perchè magari ho più fretta, o perchè mi sembra di ottenere impasti più soffici...e invece, alla fine, da mesi e mesi uso solo lievito madre! lo vedo lì in frigo, e mi dico "ma sì dai, così lo rinfresco pure e lo tengo in salute".
    brava brava, hai creato dei maritozzi che hanno un bellissimo aspetto.
    e la tua gattona è una buongustaia! :-)
    ciao!!! buona settimana! :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ele!
      Li avevo fatti un paio di anni fa e con lievito di birra, ed è così che volevo replicarli, poi la telefonata a Piero etc.etc. :))))
      Trovi che gli impasti con ldb siano più soffici? Sinceramente penso, e constatato, che il lievito madre in questo non abbia eguali! Soltanto per la pizza uso ldb, pochissimissimo. Trovo inutile, a detta anche di autorevoli esperti, l'uso del lievito madre nella pizza. :)

      I gatti
      è una tragedia fare foto con loro, per non parlare dei cani!!!
      Buona settimana a te! :)

      Elimina
  6. che meravigliaaaa!!!! io non li ho mai mangiati ma mio marito che ha studiato alla Sapienza, durante la sua permanenza a Roma, da studente, ne ha divorati parecchi e da tempo mi chiede di prepararglieli. Adesso li farò!! grazie e bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mimma provali e poi mi dirai se ti sono piaciuti e se hanno soddisfatto tuo marito!
      Grazie a te per essere passata! :))

      Elimina
  7. Quanto mi piacciono!!!! Non posso farli li mangerei tutti....che voglia!!! Sono meravigliosi e questa ricetta mi piace tanto ma ho un dubbio perche' olio di arachide? E se metto burro e strutto senza olio non vengono meglio? Se proprio mi devo far del male me lo faccio come si deve,una bomba di maritozzo! Un bacione cara e buona settimana a tutto il condominio :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Isabella grazie, son felice che ti piacciano! :)

      Allora, perché olio e non strutto. Premetto che ho poca simpatia per quest'ultimo, ma alla fine se una valida ricetta lo prevede, finisco per usarlo.
      I primi maritozzi, fatti a distanza di qualche giorno da questi che vedi oggi, non mi avevano convinta. Infatti avevo preso in considerazione di apportare qualche modifica. Tra queste, l'idea di mettere lo strutto a posto dell'olio, poi ho preferito mantenere burro ed olio e aumentare un po' l'idratazione. La seconda prova, i maritozzi del post, mi ha pienamente soddisfatto.
      Spero di aver risposto al tuo quesito. :))

      Ricambio il bacio e auguro anche a te una buona settimana, anche a nome delle mie socie! :)


      Elimina
    2. Certo cara hai dissipato il mio dubbio....ora rispettero' fedelmente la tua ricetta e prestissimo li faro'! Un abbraccio a tutto il condominio :))

      Elimina
    3. Ciao Isabella!!
      Ricambio il tuo abbraccio condominiale!! :DDDDDDDDDDDDDDDDD

      Elimina
  8. Ma come mai la tua scelta di ricette ricade sempre su piatti così goduriosi. Io adoro i maritozzi anche se devo ammettere di amarli di più con il gelato. Con le uvette mai visti! Un bacione bellezza :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maya!
      Perché sono una golosona e perché i maritozzi mi sono sempre piaciuti tanto!

      Un bacione a te! :)))

      Elimina
  9. Scusa se scrivo con qualche errore, ma gi occhi sono rimasti su quelle immagini e la lingua è arrotolata sulla tastiera del pc O_O
    Io voglio diventare tua coinquilina, ahahahahahah.... e Voglio essere nipote di Zio Piero ^_^ E voglio fare l'assaggiatrice ufficiale. E ti prometto che ti lascerò la panna, e tutto quello che possa stare sopra queste prelibatezza, e mi delizierò solo dell'essenziale. Prometto che non tradirò i tuoi maritozzi per nulla al ondo e che ti renderò una cuoca felice :D
    Sei unica!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahha!!! Erica mi fai morire!!!! :)))
      Confesso che anche io li adoro semplici, senza aggiunta di altro!
      No, tu, sei unica!!! Come fai a postare quasi tutti i giorni?!? Non riesco a starti dietro soltanto a leggerti! :)))

      Elimina
    2. Io invece voglio essere la tua zietta, non che cugina di Piero ... così assaggio tutte le vostre prelibatezza, se pò fà?

      Elimina
  10. Ma perché una volta i bar di Roma erano pieni di maritozzi, con e senza panna, con e senza uvetta (che io chiamavo zibibbo) e adesso sono praticamente scomparsi, soppiantati dai cornetti o da altri dolci a me sconosciuti (muffin e simili)? Evviva il maritozzo e brava tu (e lo Ziopiero) che ce li riproponi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andrea, me lo domando anche io, e quei pochi che trovi in giro sono immangiabili!!!
      Sai che quelli con uvetta, o zibibbo, proprio non li ricordo?
      Grazie per essere passato! ;)

      Elimina
  11. @ Esseppì: ce ne sono ancora? :D
    @ Emmettì: niente colazione??? Meschina! Non è che per caso capiti da queste parti anche oggi, che qui c'è ancora un po' di quella cosa rotonda e nera che hai visto in foto, e che diventa ogni giorno più buona, così non devi aspettare fino a giovedì per vederla sul blog? :D :D
    Buon pomeriggio a tutte! ;o)

    RispondiElimina
  12. Franci, voglio vederla anche io, prima di giovedì, quella cosa rotonda e nera!!!!!

    Buon pomeriggio a voi, da noi!

    RispondiElimina
  13. Splendidi! L'interno silenzioso pare urlare tutta la sua soffice morbidosità, o morbida sofficiosità... fai tu! Senza niente devono essere sicuramente buoni, ma con la panna saranno libidine pura!
    E' vero quel che dici sul miele di castagno... ci sono dei casi in cui l'ho usato e ci stava proprio bene, ma in altri per cui è richiesto un retrogusto più discreto, può veramente compromettere irreparabilmente un lavoro ben fatto. Un altro miele che non amo usare per il suo sapore spiccato è quello millefiori. Generalmente col miele d'acacia si va sempre sul sicuro ;-)
    Senti, allora... passo a fare colazione da te domattina? ;-D
    Baci cara, e buona giornata! :-*

    RispondiElimina
  14. Minnie grazie :)
    Miele, oramai uso quasi esclusivamente quello di acacia! :)
    Ti aspetto! ;)))
    Baci a te!

    RispondiElimina
  15. Meraviglia delle meraviglie! Quanto sei brava anche tu? Ma eri così brava anche qualche tempo fa? Non credo ... senza offesa, mi sembri cresciuta un casino! Sono spettacolari questi maritozzi, a me uno senza panna che sono allergica, grazie! Ohhhh lo dicevo anche alla vostra socia, di là (la rossa del mio cuore) quando ci vedremo e preparerete qualcosa di buono ricordatevi che sono allergica alla panna (altrimenti mi fare morire, a Madeira a momenti ci resto!) se proprio volete usare la panna che sia vegetale.
    Brava Silvietta, un bacino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terry!!!! E sì che lo ero, anche se oggi lo sono di più e domani di più ancora! :))))
      La qualità delle foto ha fatto il resto! ;)
      La rossa, di là, non ha nessuna traccia di te, dov'è che lo dicevi?
      Ok, annotato, per te, panna vegetale! ;)
      Bacini a te, tanti!

      Elimina
  16. Mamma mia, che gola! Io tendo ad evitare i dolci che contengono latte, burro E zucchero ma di fronte a un maritozzo così mi piegherei molto volentieri E credo che ne sarei entusiasta! Complimenti anche per il blog E le ricette contenute! Mi sono fatta un giro E mi sono iscritta ai lettori fissi. Ciao, a presto
    Federica :-)

    RispondiElimina
  17. Anche io ci provo, ma poi!
    Allora, al prossimo appuntamento con la confraternita, verremo con te! ;)
    Ciao Federica :)

    RispondiElimina
  18. Silvia: sono svenuta.
    letteralmente svenuta sulla panna, sui maritozzi, sulle fragole, SVENUTA e basta! e non si fa così, una povera donna di mezza età che deve resistere alle tentazione di queste foto, MA COME SI FA!!!
    noncelapossofare, noncelapossofare, mi arrendo, la metto nelle ricette da fare.... uno di questi fine settimana mi butto!
    un bacio
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandra penso che blogger sia impazzito! Ti ho risposto esattamente il giorno 30! Dov'è finita la mia risposta?
      Spero che nel frattempo tu ti sia ripresa! Ahahahahah!!!!
      Baci!

      Elimina
  19. Tesoro, lo so, ormai sono belli e finiti :)
    no, dico, i miei! non vedevo l'ora di rifarli, appena mi ha detto che li stavi facendo, come sai, ti ho seguito a ruota, era tanto che non mettevo le mani nella farina e avevo proprio voglia di qualcosa di buono, e di romano, e di Silvia :)))
    vabbè bando alle ciance, metto il link QUI, sai che li ho dedicati a te, e all'altra mia adorata socia, quindi mi sembra giusto ci sia un "collegamento" :)))
    un bacione tesoro...
    ah, dimenticato!! sono BUONISSIMI!! lo sai, ne ho fatti 24, spazzolati tutti in pochi giorni :))))

    RispondiElimina
  20. Tesoro sei sempre un amore di donna!
    Sei stata bravissima a rifarli e ti sono venuti pure benissimo!
    Ti aspetto sempre e ancora! ; )

    RispondiElimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.