giovedì 9 gennaio 2014

Fave bianche e cicorie, storia di una clonazione di una clonazione


Franci - Ziatam domani vorrei pubblicare questo post. Avendo copiato e incollato le nostre mail e la tua ricetta vorrei mi autorizzassi. Mi è venuto in mente di scriverlo così e mi pareva carino!
che ne pensi?   e poi proprio l'altro giorno Ziopiero ne ha parlato!!!
TamSono in autobus quindi sarò breve ;-) SÌÌÌ che bello! sì sì sì sì!
   (dopo qualche minuto)
TamTesoro scrivo sempre dal cellulare quindi sarò sempre breve ;-)
pensavo...mi autorizzi a copiare il tuo post che ti ho autorizzato a pubblicare ?????!!!!!!

Ora ditemi se questo non è il post più furbo del web, ho clonato il post di Franci che ha clonato la mia ricetta! così ho risparmiato la fatica di scriverlo e ho pubblicato un post...come si dice... ho preso due piccioni con una fava...: -D
Quel sabato ho cucinato anch'io fae nette e cecore, con lo stesso amore con cui le avrei cucinate per loro, e le ho mangiate insieme a loro, a pranzo.




Fave bianche e cicorie # Fae e cecore # Fae e foje # Fae nette e cicureddhe 
 

 RICETTA

 
post clonato

 " 
 FRANCESCA
Non è che ci fai una sorpresa e vieni sabato a pranzo da Maya? 
Potrei morire di infarto o rimanere zitta dallo shock :)
tanto se è una sorpresa non me lo dici ma io sotto sotto ci spero!
Sai che volevo dirti?
Oltre ad essere lì con il cuore volevo ci fossi con del cibo :)

se ti va mi puoi dare una ricetta tua solo tua che posso fare alla lettera e portarla come se l'avessi portata tu!
che ne dici?

TAMARA
 Tesoro ....
ti dico subito che  mi sto organizzando ...
su non fare quel faccino :))))
 si tratta solo di aspettare una  manciata di giorni (indefiniti) :)))))
Quanto al cibo, ci stavo pensando...  potevo spedire il panettone fatto domenica, ma credo che siate saturi di panettoni!!!!
Vuoi che facciamo così? come hai detto tu? pensavo a fave nette e cicorie... potresti prepararle il giorno prima e da Maya semmai lessare solo le cicorie.... Maya è da una vita che mi chiede la ricetta, credo sarebbe felicissima!
 
Buonissime!! si dai dai mandami la ricetta e mi metto 
subito all'opera! 
Pensa come rimangono sorpresi!! e mi raccomando....
shshhshsh è un segreto!

Francy ecco la ricetta!
ps. muta sono :)))))))))))))))))))


Ingredienti

per le fave:
500 g di fave secche senza buccia

per il brodo:
    1 cipolla
    1 spicchio di aglio
    1 costa di sedano (piccola, un pezzettino. se non ce l'hai non fa niente)
    1 patata
 1 pomodoro
  pepe in grani

in più:
1 patata
sale

per le cicorie:
1,5 kg di cicorie (selvatiche o puntarelle)
(scalogno)
olio
sale

per l'impiattamento:
olio
pepe al  mulinello

per la cottura:
Se hai una pentola di coccio è meglio, sennò va bene anche una normale. 

Metti a mollo le fave la sera prima (o la mattina se vuoi cucinarle la sera) in acqua fredda e un cucchiaino di sale, la mattina prepara un brodo con tutti gli odori, poi togli tutto tranne la cipolla e la patata. Metti le fave nella pentola di coccio, o in  quella che vuoi,  ricoprile abbondantemente di brodo e lasciale cuocere a fuoco lento per un'ora. Aggiungi quindi la seconda patata e continua a cuocere circa un'altra ora,  controllando che non si appiccichino al fondo, rabboccando con brodo bollente ed eliminando la schiuma che si forma. Se il brodo non è sufficiente aggiungi acqua calda. Quando cominciano a sfaldarsi aggiungi il sale. Continua a cuocere finché non si riducono in purea.  Assaggia :)) se sono saporite e morbide, spegni il fuoco e dagli una botta di minipimer, così la purea diventa vellutata.
Se rimane qualche pezzettino lascialo pure!!!!

Conserva un po' di brodo per quando le riscalderai, freddandosi si induriscono!

Poi lessi le cicorie. In verità andrebbero servite così, lesse, le cicorie.
Ma, visto che le devi portare da Maya, puoi lessarle a casa e, prima di servirle, fai rosolare pochissimo scalogno in un po' d'olio e ci ripassi le cicorie.
Quando è tutto bollente impiatti come preferisci, cicorie sotto e fave sopra, o viceversa. Deve essere tutto bollente,
condisci con abbondante olio d'oliva salentino (lo porta ZioPiero!) e pepe a mulinello.
 L'ideale sarebbe accompagnare con pane abbrustolito.
un bacione tesoro!!

-----------------------------------



Era da un po' che volevo postare questa ricetta. La foto non è delle migliori, ma sono proprio le fave e cicoria di quel pranzo, quel pranzo raccontato da ZioPiero nel suo ultimo post.  Che pranzo meraviglioso! 

Queste sono state preparate rigorosamente con la ricetta di Ziatam  scritta di suo pugno  o meglio di sua digitazione :)

Di mio c'è poco - oltre al pessimo scatto e alla mera esecuzione (che dici!! sei stata bravissima!! n.d.T.) - anzi, c'è l'enorme sorriso che faccio pensando ai miei svalvolati amici foodblogger! Ci è mancata Ziatam in carne ed ossa e ci è mancata tanto anche Emmeti! Avrei "sostituito" anche lei con un altro piatto se avessi saputo prima che non sarebbe potuta venire! 



Fave Nette e Cicorie è un piatto salentino, un piatto di quelli della cucina povera che rendono omaggio alla nostra terra e alle nostre tradizioni. Un piatto eccezionale, i due sapori si sposano perfettamente, è pura poesia! Ho letto che questo piatto ha un nome diverso a seconda della zona pugliese in cui si trova: fav'efogghie, fav'ecicuere, fav'ecicuriedde. Ho letto persino che è un piatto antichissimo, ai tempi era chiamato Incapriata dal tardo latino, derivante dal greco kapyridia ovvero polenta di farinacei. Ho letto anche che Aristofane, nella commedia Le Rane (450 a.c.) racconta che Ercole, figlio di Giove, dopo aver fatto il suo pasto preferito, fave e foglie appunto, "fece cambiare di stato a più di diecimila vergini"...



Parlando di altro :) in quel famoso pranzo abbiamo mangiato:

il panettone gastronomico di Maya
i tortini ai broccoli sempre di Maya
la focaccia bianca di Silvia
 (ESSEPI ASPETTIAMO LA PUBBLICAZIONE CHE LA VOGLIO RIFARE!)
- Mozzarelle di Bufala portate da Silvia
 (abbiamo imparato anche come si degustano :D )
-  una lasagna in bianco carciofi e speck fatta da me (cioè Franci - n.d.T.:))
fave e cicorie di Ziafratam :D
Delizie al limoncello di Ziopiero
Panettone di Ziopiero


e...

direi basta!! Un pranzo leggero non trovate?

a presto
Francesca


"



FINE POST CLONATO!!!!











Lo so, ho esagerato, ho copiato tutto tutto, fino all'ultimo rigo, anche le considerazioni personali di Francesca. In realtà è un regalo che mi faccio, un ulteriore regalo. E' un'abbuffata di regali. 

Amo i doni che non si possono quantificare. Se vuoi farmi felice regalami uno sbrillocco da 10 carati (!!!), oppure fammi un regalo non commensurabile, che non abbia un prezzo, un pensiero. E io mi sciolgo.

Il pensiero di Francesca mi ha sciolto. Solo ad una ragazza meravigliosa come lei poteva venire in mente di portare ad un pranzo, oltre alle sue lasagne, un piatto cucinato da parte mia, perché io fossi presente lì a tavola con loro. Maya aveva anche apparecchiato per me! Sul piatto una mela cotogna. E io mi sciolgo. Piero, per far arrivare anche me al pranzo, ha filmato e mi ha mandato in diretta il suo arrivo a casa, e l'accoglienza di Maya... questa non ve la posso raccontare, ma ho riso per una settimana! Ovviamente, dopo che mi sono sciolta. Silvia mi ha raccontato tutti l'inenarrabile mi scioglievo ridendo!
Grazie, miei adorati svalvolati, vi amo :)

 





  DI PERTINENZA


Ecco, sarei curiosa di approfondire la storia di Ercole, delle cui fatiche avevo altre notizie in verità, e chi s'immaginava che le fatiche riguardassero 10.000 vergini....e immagino anche che al confronto uccidere il leone di Nemea sia stata una passeggiata... vabbè ok questo spazio si chiama "DI PERTINENZA"! Parliamo di fave e cicorie... intanto lo consiglierei vivamente a tutti i maschietti stanchi!  .......... va bene va bene, torno di pertinenza!! 
Su questo piatto salentino ha già detto tutto Franci nelle sue considerazioni, quindi io aggiungo solo che, oltre che come piatto unico o ricco contorno, è un piatto che si può consumare anche come antipasto, in porzioni ridotte, magari informato dentro piccoli stampini usa e getta o da muffins o da budino.








DIVAGAmente

diecimila....... mah.....




Tamara

32 commenti:

  1. Taaammm ma quanto sei speciale?!?

    Rivivere quella splendida e nostalgica giornata, qui, è bellissimo!
    Rivedo Francy nella cucina di Maya a trafficare di nascosto, non dovevamo scoprire il piatto misterioso, se non quando lo avrebbe messo in tavola. E poi Maya...Piero...Ziopierino... e te. Essì, perché tu c'eri, eri lì con noi te lo assicuro!

    P.s. io il post della pizza lo faccio se tu garantisci che vieni a Roma in un tempo DEFINITO!

    Socia ti abbraccio forte :*:*:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nono diamo a cesare quello che è di cesare, ad ercole quello che è di ercole e a Francesca quello che è di Francesca!
      :)))
      A roma ci vengo giuro, entro maggio 2014!!
      e ora caccia il post!
      :)

      Elimina
    2. A Ercole je s'è dato parecchio...anzi...parecchie :D:D

      Come maggio? Si era detto febbraio!!!!

      Elimina
    3. vabbè mi sono tenuta larga :))))

      Elimina
    4. come maggio!?!?!?!?!?
      ps il momento più bello è stato quando ziatam al telefono ha detto "anche io o fatto fave e cicoria" e io ancora non vi avevo detto nulla!!
      ahahahahahaah

      Elimina
    5. Francy
      Questa m'era sfuggita! Vabbè che tra Ziopierino e Maya era un po ' difficile raccapezzarsi :D:D

      Tam
      quanto me ne mangerei volentieri un piatto!
      Sai che le ho rifatte subito anche io? Tonta che sono mi sa che te lo avevo detto :)))

      Elimina
  2. ho visto da Francesca la ricetta, e mi è piaciuto rileggerla qui con le tue impressioni.
    Davvero un gesto carino il suo. Davvero un piatto gustoso il tuo. Semplice ma ricco come solo quelli della tradizione "povera" riescono ad esserlo.
    Fisicamente non c'eri al pranzo, ma con la tua ricetta fatta da Francesca e con i tanti pensieri avuti dagli altri eri davvero lì.
    carini. bravi tutti... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto hai ragione, i piatti della tradizione, semplici ma cucinati con i prodotti di stagione e della propria terra, sono ricchi e succulenti.
      Sì, Francesca è stata davvero dolcissima, il suo pensiero è stato meravigliso!
      Bravi tutti, e grazie per la tua delicata presenza... anzi dolce presenza! ormai quando ti vedo o penso a te sento profumo di dolci e cioccolata :)

      Elimina
  3. Ziatam hai il potere di farmi rimanere senza parole e in pochi ce l'hanno fatta!( forse Ercole poteva riuscirsci....)
    GRAZIE per ogni tua singola parola, GRAZIE per aver clonato la clonazione, GRAZIE per avermi insegnato tante cose fra le quali 'Fave e Cicoria'.
    Anche tu mi hai fatto un bellissimo regalo oggi :*:*:*:*:*:*
    Un abbraccio stritolante!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahahahah sta storia di Ercole dobbiamo proprio approfondirla vero tesoro? :)))))
      Grazie a te, infinitamente grazie.... ♥♥♥

      Elimina
  4. Quanto le adoro, da buona pugliese! noi mettiamo la vellutata sotto e le cicorie sopra....crostini per finire. L'ho postata un po' di tempo fa! anzi sai che faccio, mi organizzo per domani che mi hai fatto venire voglia di mangiarle.
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabrina! Ma lo sai che da perfetta svalvolata non avevo mica capito che sei pugliese???? che bello!! :)
      Sì in effetti poi vellutata e cicorie come le metti metti l'importante è che si mischino, si condiscano con tanto olio e pepe si accopmpagnino col pane abbrustolito e si mangino... a occhi chiusi tanto sono buone!
      A presto Sabrina!

      Elimina
  5. Ahaahhahahhhhhhh aspetta che finisco di ridere!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio l'altro giorno chiedevo a mia mamma di farmi questo piatto, è una vita che non lo mangio. Tu devi sapere che mio marito è un "polentone" nel senso che è nato a milano, di generazioni milanesi e venete, perciò non ama i legumi, le fave men che meno! Meno male che c'è mamma .... Bellissima questa cosa del pranzo, lo avevo già letto dallo zio l'altro giorno. Beati loro che si trovano, sono molto contenta per loro e mi diverto ai vostri racconti. Certo che tu ... copiare pari pari la ricetta di Fra ... nemmeno un pò di vergogna!! Scherzo dai, altrimenti come faccio a ridere io?
      Un bacio Tam, un bacio e uno stritolo enorme!

      Elimina
    2. ahahahahahahah Terry!!!! in effetti mi sono vergognata giusto giusto 5 minuti,, poi per fortuna è passata :)))
      E sì, beati loro che si possono incontrare quando vogliono! Ma ormai le distanze si possono colmare facilmente e a basso costo, io mi sto organizzando.... magari affitto un pulmino e faccio un bel giro, che dici vengo a prenderti? :)))
      un bacio cara, ti stritolo anch'io :)

      Elimina
  6. Che racconto carino e che idea originale per il vostro pranzo suggerire una ricettaca distanza ed essere presente con il cuore,mi piace questa cosa! La ricetta mi piace tantissimo,dopo le feste un piatto a regola d'arte gustoso e che rispetta la linea!!! Baci ;)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Isabella questo piatto mi scalda le giornate uggiose fredde e tristi d'inverno e, da quel sabato, anche il cuore :)
      baci a te!

      Elimina
  7. Tam!!!
    Bella la ricetta, bellissima la clonazione...
    Adoro i legumi, ma ammetto che le fave non le ho mai cucinate...; è arrivata l'ora!!!!

    Quante buone cose ci siamo perse io e te quel sabato, hai visto????
    Un bacio ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, se la prossima volta che vi organizzate tu dai buca.... io salgo su solo per picchiarti!! vabbè poi ti abbraccio però :))))
      e ho imparato anch'io: ♥

      Elimina
    2. :))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))

      Elimina
  8. adoro le fave ...in Sicilia, questa preparazione viene chiamata "MACCO DI FAVE" l'aggiunta della cicoria è sublime. Te la copio integralmente ma , ormai , lo faccio con tutto ciò che proponi....E' TALMENTE BUONO....!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mimma siamo così vicini noi salentini con i siciliani! ci somigliamo in tante cose, tant'è che ci si definisce i cugini del sud :) oltre alla lingua e al mare sono tante le ricette simili. Anche se la cucina siciliana, a mio avviso, è davvero ineguagliabile! Sai, di solito, per i miei "colori", mi prendono per altoatesina :))) invece sono proprio una verace donna del sud, orgogliosissima della mia terra, ma ti dico che se non fossi nata nel Salento solo la Sicilia avrebbe potuto darmi i natali :)))
      Mimma grazie per la fiducia culinaria!
      :)

      Elimina
  9. Questo piatto per me rappresenta le miei origini pugliesi e ci sono particolarmente affezionato.
    Ogni tanto lo rifaccio, anche con alcune divagazioni sul tema.
    Quando l'ho visto servito a tavola mi sono commosso, anche perché l'idea di Francy mi ha commosso moltissimo...

    p.s. ...dieScimila?!?!?!!? :D :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahah tu ti sei commosso appena messo piede sul...pianerottolo!!!!!
      scherzi a parte, le conosco le tue variazioni, ci ero già passata e lasciato il segno, me ne ricordo ogni volta che faccio fave e cicorie, penso "ne faccio un po' di più così avanza e faccio la pasta e le crocchette" ma non c'è verso: non avanza!!!! Dovrò farle anch'io di nascosto, come ha fatto Franci, e farle avanzare apposta :))
      eeeeeehhh dieScimila!! pensa te, che fatiche :))))))))

      Elimina
  10. Tamara carissima!!! benvenuta nel club degli amanti delle lumache!!! eccoti un'altra chicca!!! vdrai che è fantastica!!!!
    http://pasticciepasticcini-mimma.blogspot.it/2013/07/ntuppateddi-alla-messinese-lumache.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, ntuppateddi sono i moniceddhi, noi li facciamo alla genovese, buonissimi!!
      grazie cara :)))

      Elimina
  11. Ho letto questo post 3 gg fa e da allora non vedevo l'ora di poter rispondere. Te (Tam) e piccola peste siete state favolose. Le fave cucinate da frankiee erano magnifiche e nessun dono avrebbe potuto avere un valore maggiore. NOn parliamo poi delle cicorie..mai mangiate più buone in vita mia. Quando fave e cicorie di emoziona più di una lasagna o di un pizza immaginate un po cosa dovevano essere. Queste foto (di Tam) io e Mirko le abbiamo guardate all'infinito. ho pure provato a rifarle prima di avere la ricetta e Mirko mi ha detto "Amore tu fave e cicoria non le sai fare...non sei pugliese...tu devi fare la carbonara (arghhhhh che offesa..io odio i piatti di pasta romani). Ed invece piccola peste 2 (Frankie) ne è la controprova. ovviamente anche piccola peste due fa anche lei delle bellissime foto per l'attrezzatura di cui dispone. Infine la mela cotogna è ancora in frigorifero e rimarrà tale, immacolata e bellissima, fino al giorno del tuo (Tam) arrivo. Ora vi bascio tutte...ma proprio tutte tutte e per rimanere in tema (copio incollo) il commento. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro bello ma sì che le sai fare fave e cicorie!! ti pare che una come te che fa i salti mortali all'indietro e fa venire i buchi agli impasti di semola non riesca a fare un piatto così semplice??? su dai, a Mirko ora gli fai la carbonara per primo e fave e cicorie per contorno :)))
      Ti abbraccio fortissimo
      tua Melatocotognam :))))

      Elimina
  12. ziatam hai visto quante clonazioni ( di commenti ) dopo questo post??
    non ti devi più "vergognare" :)))))))))
    tanti baci
    ps è stato bellissimo questo post ♥♥♥

    RispondiElimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.