lunedì 14 ottobre 2019

La brioche senza burro. Nodini al cioccolato.


E chi ci aveva pensato al fatto che anche nei lievitati dolci il burro potesse essere egregiamente  sostituito dall'olio? Io, sinceramente, no!
Vada per le frolle, per i biscotti, per i panini da sandwich, ma nelle brioche dolci proprio non l'avrei mai detto (perché poi? Chi lo sa!). 
Così, quando ho visto questa ricetta su un gruppo facebook è scattata immediatamente la curiosità di provarla. E capirai se ho aspettato. Manco i 35° all'ombra mi hanno fermata (mentre i suddetti 35° hanno fatto sì che le gocce di cioccolato, nonostante il freezer, si siano leggermente sciolte colorando l'impasto).
Ho aspettato troppo, quello sì, a tornare qui per scrivere la ricetta ma, come dice il proverbio, meglio tardi che mai! :-DDD
Il risultato? Una brioche mooooooooooooooolto molto buona, soffice, leggera e stra profumata. E poi, non da ultimo, velocissima da fare perché si buttano tutti gli ingredienti nella ciotola dell'impastatrice ed il gioco è fatto. Ci saranno solo i tempi morti di attesa per la prima e la seconda lievitazione e le colazioni settimanali saranno arricchite da questi morsi sofficiosi.
Alla ricetta ho apportato qualche modifica aumentando un po' l'idratazione e diminuendo invece la quantità di zucchero.
Andiamo ad impastare! ;-)


Ingredienti

600 g di farina  W240-260 (non oltre)
100 g di zucchero
230 ml di latte
130 g di olio di semi (mais, arachide, riso)
10 g di lievito di birra fresco (*)
2 uova
10 g di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pugno di gocce di cioccolato fondente (facoltativo)
buccia di un limone e di un'arancia grattugiate
qualche cucchiaio di latte per spennellare
 (*) sostituibili con 150-200 g di licoli o pasta madre solida al raddoppio


(clicca per ingrandire)
Setacciare la farina nella ciotola dell'impastatrice.
In una caraffa unire tutti gli altri ingredienti (tranne le gocce di cioccolato) ed emulsionare con una forchetta, poi versare sulla farina e con la frusta a gancio (o braccia tuffanti) portare ad incordatura lasciando lavorare la macchina a media velocità.
Quando l'impasto sarà ben in corda e tendente al lucido, versare a pioggia le gocce di cioccolato e azionare nuovamente la macchina giusto il tempo per farle inglobare in modo omogeneo alla massa.
Raccogliere l'impasto, formare una palla e mettere a lievitare in un contenitore graduato fino al raddoppio. Rovesciare poi su un piano di lavoro e porzionare delle grandezza desiderata.
Per fare i nodini seguire il passo passo fotografico accanto (pessimo), altrimenti scegliere una forma che più vi aggrada.
Una volta formate tutte le brioche, disporle in teglia ricoperta di carta forno, coprire con pellicola e lasciarle riposare fino al raddoppio.
Accendere il forno a 165°, pennellare delicatamente le brioche con del latte ed infornare per circa 20 minuti (per pezzature fino ai 110 grammi altrimenti prolungare di qualche minuto) o fino a quando saranno dorate. Sfornare, pennellare ancora con il latte e mettere a raffreddare su una gratella.
Addentare e... fatemi sapere! ;-)
Raccomandazioni.
Per chi usa lievito naturale liquido: attendere che nella prima lievitazione l'impasto triplichi il suo volume iniziale; dopo la formatura, invece, è sufficiente che le brioche siano al raddoppio prima di infornarle. Rispettando questi accorgimenti saranno garantite sofficità e leggerezza. 


Curiosità: stessa ricetta con farine diverse. 
Con la sociessa Silvia, nei nostri scambi epistolari quotidiani, ci siamo confrontate sul fatto che l'uso di farine con una minor forza, rende i piccoli lievitati da colazione molto più leggeri, soffici ed "ariosi".
Stessa cosa per i pani tipo bauletto, quelli da burger, hotdog, ma anche quelli classici (da cottura in forno a legna, per intenderci).
Prova che ti riprova, confronta che ti riconfronta stessa ricetta ma con farina diversa, siamo arrivate alla conclusione che non sempre una farina forte è poi così necessaria per certi tipi di prodotti. Anzi, a volte penalizza pure (ovviamente a voler cercare il pelo nell'uovo eh?).
Voi avete esperimenti o notizie in materia? Raccontateci, dai!
Io vi lascio un altro paio di scatti e miei saluti.
Son felice di essere tornata nella nostra cucina e di ritrovare tutti voi.
A presto, prestissimo! :-)))
Emmettì.




18 commenti:

  1. TAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU!!!!
    Dolcissima Emmettì, non hai idea di quanto sperassi che la tua incursione nel mio angolino corrispondesse alla ripresa delle attività nella cucina condominiale!
    Ed eccoti qua a pubblicare la ricetta di queste deliziose briochine con l'olio nell'impasto. Una delizia! Mi hai fatto il regalo di compleanno :-D
    Un abbraccio strettissimo e bentornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riccia del mio cuore!
      E tu non hai idea di quanto io sia felice ritrovarti qui!
      Sono onorata, credimi, che consideri queste brioscine un regalo di compleanno e, a proposito, proprio oggi... ♫♪TANTI AUGURI A TEEEEEEEE!♪♫
      Grazie dell'abbraccio, Gio'. Ricambio con affetto smisurato! :-* :-* :-*

      Elimina
  2. Eh ma io l'olio ce lo metto sempre sennò sai che quintalate di burro? Però che belle che sono venute, io quasi quasi ci provo, oramai è tempo di forno (almeno quassù, latitudine in cui la sera l'umidità ti entra nelle ossa) e noto con piacere che i miei esperimenti sono parecchio graditi :)
    Questo condominio è sempre al top! :)
    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tatiana! :-))))))))))))))
      Ecco, brava tu ad aver già sperimentato l'olio in questo tipo di impasti.
      Sì sì, adesso il forno si può accendere in tutta tranquillità. E che bello sapere che i tuoi esperimenti son parecchio graditi! Non c'è miglior soddisfazione! ;-)
      Tatiana, grazie per esserti fermata qui a lasciare le tue parole.
      Ricambio il bacio e ti auguro una buona giornata!
      A presto! :-D

      Elimina
  3. OCCAVOLOOOOOOOOO!!!! CHE SPETTACOLO!!! l'ultima foto è pazzesca. Io che non amo il burro più che altro perchè mi dimentico sempre di tirarlo fuori in anticipo dal frigo cerco sempre se ci sono alternative con olio ;-)
    La mia esperienza con la manitoba è che un po' aiuta ma troppa tende a rendere il risultato un po' gommoso. Oppure fragrante appena sfornato ma poi gommoso nel giro di una giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elenuccia bella! :-)))))))
      Guarda, le foto di queste brioche a dire il vero le considero indegne. Le ho scattate in un giorno in cui nonostante i 38 gradi c'erano dei nuvoloni pazzeschi (che però non han fatto scendere manco du' gocce) e addio luce! Poi ci metti che con la messa a fuoco sono una schiappa ed ecco qua! :-D
      Però son contenta che almeno si capisce il risultato di questa brioche.
      Sì, l'olio è comodo per quando, come dici te, ci si dimentica lasciare il burro a temperatura ambiente per renderlo plastico; e ti dirò che anche il sapore non ne risente affatto. Certo, per una brioche tipo francese, in cui il burro è parte predominante degli ingredienti, non mi sentirei di sostituirlo con l'olio.
      Quanto alla farina, concordo perfettamente con te. Ho notato esattamente le stesse cose e ti ringrazio per averci raccontato la tua esperienza.
      Un bacio bello e l'augurio di una giornata piena di sorrisi! :-*

      Elimina
  4. E' un po' che non mi diletto nei lievitati dolci e questa ricetta potrebbe proprio rimettermi in riga ^_*
    Complimenti...è una vera tentazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Consu!
      Hai ragione è una tentazione a cui ci si può lasciare andare di tanto in tanto senza troppi sensi di colpa! ;-)
      Buona giornata e a presto! :-*

      Elimina
  5. Emmettì, mannaggiattè ! Dove eri finita? Quanto, oh quanto ho sentito la tua mancanza, tue e delle svalvolate tutte carissime ! Sono felice, torni alla grande. E come sempre, un saluto da Rimini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahhahahahahhahahha, Vincenzo! Ciao e bentrovato anche te!
      Eccomi, son tornata e spero di mantenere il buon proposito di non sparire più per così tanto tempo!
      Un saluto anche da tutte noi! :-)))))))))))))

      Elimina
  6. MIODDIOSIGNORE!!! lo sapete che a volte vorrei trasferirmi a Roma? ma non per vedere la capitale, non solo per quello, ma per stare vicino-vicino a voi e per fare incursioni nelle vostre cucine.... e poi mi tocca anche andare in Puglia!!!! comunque, VEDIAMOCI porcamiseria! VEDIAMOCI! e quando ci vediamo portare "cose" meravigliose come l'ultima volta ha ha ha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandraaaaaaaaa!!!!!!! :-DDDDDDDD
      Ma quanto sarebbe bello ricevere una tua incursione!!!
      Sìììììììì, vediamo di organizzarci per le feste di Natale, che dici???
      Prendi la Elisabetta, la Silvia a Ponsacco e correte qui! ♥♥♥

      Elimina
  7. Mi piacerebbe sapere che tipo di farine usate 240 /260 tipo 0 o 00? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! :-))
      Va benissimo sia una 0 che 00.
      L'importante è che non sia troppo forte, quindi non oltre i 230-240 W.
      Buon proseguimento di giornata e grazie per esser passato/a di qua. :-)))

      Elimina
  8. Avevo già tentato di commentare qualche giorno fa ma da cellulare mi ha sbattuto fuori, senza inviare il messaggio! Oggi sono con il pc, mezza bloccata con la schiena ed eccomi a voi. Bentornata Emmeti, mi fa sempre piacere ritrovarti, anche se ogni tanto ci incrociamo sui social. Buone e senza troppi sensi di colpa queste brioche anche se io, da buona lombarda, il burro lo metterei anche nel caffè latte ... per dire :) Tanti baci a te e alle socie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terry cara!
      Spero tanto che con la tua schiena vada meglio!!
      Ahahahaahahhaha, so benissimo cosa intendi col discorso del burro.
      Il marito lombardo, infatti, ci inizia la giornata con le fette biscottate e la marmellata!
      Sì, sono tornata e sto cercando piano piano di mettermi in paro anche con le visite alle cucine amiche! Arrivo presto anche da te, che sei un turbine anche quando non sei in perfetta forma! :-))))))
      Un bacio e buona giornata! :-*

      Elimina
  9. Favolose queste brioche! Le vorrei proprio provare :P Buona serata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Laura, grazie! :-))))))
      Se deciderai di provarle, torna a raccontarci come le hai trovate. ;-)
      Ti auguro una giornata bella e piena di sorrisi!
      A presto. :-)))

      Elimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.