giovedì 20 ottobre 2016

I biscotti della Pepi. L'incontro tra leggerezza e bontà!


Dopo il pane (ma credo ve ne siate accorti) la preparazione che mi affascina di più è quella dei biscotti!
Non passa settimana senza che non provi almeno una ricetta.
Quando vidi questi da Stefania, rimasi subito colpita dagli ingredienti: niente uova, niente burro, poco zucchero e tante farine speciali; così in una piovosa domenica pomeriggio dello scorso anno decisi di farli. E da allora, tante e tante volte li ho rifatti, mangiati, regalati, confezionati caruccicarucci per raccolte di beneficenza; tutte le volte hanno riscosso particolare successo e quasi sempre ho poi dovuto scrivere anche la ricetta! :-))))))
È arrivato il momento di rendere onore a questi biscotti facendoli arrivare qui, nella cucina condominiale, per condividerli con le mie socie e con i nostri lettori!

Ricchi di farine preziose, e poveri di grassi sono l'ideale per la colazione (perfetti da inzuppare), la merenda, lo spuntino di metà pomeriggio e, perché no, anche per un dopo cena accompagnati da un goccino-ino di rum!
Mmmmmmmhhhhhhhh, accoppiata vincente!!!!  ;-)

Ho fatto qualche modifica alla ricetta originale, e cambiate le proporzioni tra i vari tipi di farina, per fare in modo che l'impasto potesse stendersi ed essere coppato con un tagliabiscotti.
Eccolo qua.
Un biscotto imperfetto nella forma, con la superficie rugosa e i bordi frastagliati,  ma che vi conquisterà al primo morso e son certa che anche voi li rifarete ancora e ancora! :-))))))))



INGREDIENTI: (per circa 40 biscotti da 5 cm di diametro)

90 g di crusca d'avena
20 g di farina integrale
40 g di farina ai cinque cereali
40 g di farina 0
60 g di farina "soffio di mais" (farina di mais macinata sottilissima)
15 g di cacao amaro in polvere
110 g di zucchero di canna integrale
100 g di cioccolato fondente al 60%  (tritato finemente a coltello)
60 g di olio d'oliva o di riso
50 g di  latte
1 cucchiaino di lievito per dolci
½ punta di cucchiaino di bicarbonato d'ammonio
1 buccia di arancia grattugiata  

Creare un'emulsione di olio e zucchero utilizzando un frullatore ad immersione.
(clicca per ingrandire)
Unire tutti gli altri ingredienti in una ciotola, tranne il latte, mescolare con una frusta a mano e formare una fontana; versare al centro l'emulsione e due cucchiai di latte; con una forchetta iniziare ad incorporare la miscela di farine, aggiungendo il latte rimanente poco per volta.
Rovesciare l'impasto su un piano di lavoro e formare una palla; avvolgere con pellicola e lasciare riposare in frigo per un paio d'ore, dopo di che, con l'aiuto di un mattarello, stenderlo ad uno spessore di 3-4 mm e ritagliare i biscotti con una forma a scelta.
Se l'impasto è troppo umido o tende ad appiccicare al mattarello, aiutarsi con della farina di riso, cospargendola sul piano di lavoro.
Tagliare i biscotti con una formina, disporli su una teglia previamente ricoperta con carta forno e cuocere a 170°c per circa 15-20 minuti. Mano a mano che vengono pronti lasciarli raffreddare su una gratella e, una volta freddi, conservarli in sacchetti ben chiusi per mantenere intatte croccantezza e fragranza.


Voilà!  Ed anche stavolta i biscotti son pronti! :-)))))
E per voi? Qual'è il momento migliore per sgranocchiare un biscotto?



CURIOSITA': LA CRUSCA D'AVENA

La crusca di avena, come tutte le crusche di cereali, non è altro che il rivestimento del chicco, quello che in genere si tende a scartare per avere una farina più sottile e destinata a certi tipi di preparazione.
Spesso però dimentichiamo che questo rivestimento, in realtà, è la parte più pregiata in quanto ricca di preziosi nutrienti, quali fibre e sali minerali e vitamine che non dovrebbero mai mancare nella nostra alimentazione.
Se volete approfondire l'argomento, qui e qui ci sono spunti e notizie dettagliate! ;-)
A presto!
M.t.


☆,.-~*’¨¯¨’*·~-.¸--,.-~*’¨¯¨’*·~-.¸☆



16 commenti:

  1. Tu adori fare biscotti e io adoro replicarli. Pensa, mi manca soltanto la 7 cereali, ho pure la crusca di avena e il soffio di mais! Bellissimi questi biscotti, socia! ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Socia dolcissima!!! :-)))))))))
      È davvero un peccato non essere un pochetto più vicine per biscottare insieme!!
      Ogni volta che ci penso mi sale un velo di tristezza, ma poi quando mi racconti delle tue "repliche" è come se avessimo davvero impastato un po' insieme! ♥
      Ti abbraccio forte forte! :-*

      Elimina
  2. strepitosi e del resto Stefania è una garanzia incrollabile, mi sa che quest'anno li aggiungo anche io ai cadeau, mi hai convinta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lara!!!!! :-)))))))))
      Felice di leggerti, innanzitutto!

      Hai ragione, Stefy è sempre una garanzia e sono certa che se avrai modo di provare questi biscotti rimarrai talmente entusiasta da sfornarne a più non posso!
      Grazie per esserti fermata a lasciare le tue parole!
      Ti auguro una buona serata ed un buon inizio di settimana.
      A presto! :-)))))

      Elimina
  3. Io evito accuratamente di farli i biscotti e sai perchè? Perchè fin che non li ho finiti non trovo pace ahahahahh me li mangio tutti!! Questi sono favolosi! Di solito faccio biscotti sotto Natale, perchè amo fare dei regalini home made e questi li metto di sicuro in lista! Grazie della fantastica ricetta, poi ti saprò dire appena li faccio. Ciao amica mia, ti mando un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaahahahahhahahahahahhaa Terry!!!!!!
      In effetti sì, i biscotti son tremendi da quel punto di vista... fino a che non se ne vede la fine non si lasciano stare eh???? :-DDDDD
      Ma tu sei brava se riesci a farli solo sotto Natale!! Io vado a ciclo continuo invece... ma meno male che c'è chi li smaltisce!!! ;-)))

      Terry cara, mi prendo il tuo abbraccio e lo ricambio insieme all'augurio di una felice settimana che sta per iniziare!
      Un bacino anche al tuo dolcissimo Christian! :-*

      Elimina
  4. adoro l'imperfezione di questi biscotti. L'aspetto rustico me li rende ancor più golosi. Ho visto che usi anche bicarbonato d'ammonio...trovo che sia ottimo per dare ai biscotti quella giusta porosità "da inzuppo".
    quindi ... da provare! Variare le farine darà la possibilità di creare ogni volta un biscotto nuovo.
    ciao Emme, un abbraccissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima Ele!!!!!!!!!!
      Che bello leggerti! :-DDDDDDDDDDDD

      Sì, il bicarbonato di ammonio ho iniziato ad aggiungerlo a quasi tutti gli impasti di biscotti perché oltre alla porosità, e alla perfezione per l'inzuppo, li rende leggeri e scioglievoli al palato! :-))))
      Amo tantissimo variare la composizione delle farine, forse anche perché di sacchetti aperti in dispensa ce ne sono sempre almeno quattro o cinque... il che aiuta! ;-)

      Confermo che il loro essere "rustici" non compromette in alcun modo la golosità! Peccato non essere vicine da potertene allungare subito subito una scatolina per farteli assaggiare!
      Dolce Ele, un abbraccissimo anche a te! :-*

      Elimina
  5. Per me sempre al mattino!! Assieme ad una tazza di caffè lungo o di the, ma con il cacao caffè forever!!
    Favolosi, me li metto in saccoccia e li proverò!!
    Un bacione e buon we!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia bella!!! :-)))))
      Anche io al mattino non rinuncio mai ad un biscotto fatto in casa insieme ad un buon caffè!

      Ecco brava, riempiti pure le saccocce che te li meriti proprio in questi giorni decisamente intensi!
      Grazie per aver trovato anche il tempo di passare qui!
      Sei davvero una forza della natura tu! ♥

      Un abbraccio grande e l'augurio di un buona settimana! Spero che vada tutto nel migliore dei modi! :-*

      Elimina
  6. Passo di qua, leggo il post su questi deliziosi biscotti, guardo le foto. Mi viene voglia fare i biscotti perché mi viene voglia di biscotti.

    Poi un lampo...come un dèjà-vu si impossessa di me e ritorno a quando:

    sono passata di qua, ho letto il post di una deliziosa confettura, ho guardato le foto e mi è venuta voglia di fare la confettura perché mi è venuta voglia di confettura.

    oppure a quando:

    sono passata di qua, ho letto il post sui raggi di sole, ho guardato le foto e mi è venuta voglia di fare i raggi di sole perché mi è venuta voglia di raggi di sole.

    oppure a quando:

    sono passata di qua, ho letto il post sulle brioche fiocco di neve, ho guardato le foto e mi è venuta voglia di fare le brioche fiocco di neve perché mi è venuta voglia di brioche fiocco di neve.

    Insomma: ogni volta che passo di qua mi fate venir voglia di cimentarmi in ciò che proponete perché quel che proponete inevitabilmente me lo voglio spazzolare!!

    Perciò sappiate che da oggi in poi quando mi ritroverò ad affermare "ho voglia di..." e qualcuno, con occhio ammiccante e vagamente allusivo, mi chiederà "colpa di LoveOfYourLife????" io risponderò "No! colpa delle condomine!".
    E quindi grazie perché in questo modo mi evitate di sentirmi in colpa per aver risposto al malcapitato un sonoro "fatti un cesto di c@##i tuoi" e per contro l'espressione che si dipingerà sul suo volto inebetito dalla risposta...beh...non avrà prezzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahhahhhaahhahhahhahhahah!!!
      Meravigliosa creatura!!!!
      È strabello sapere che le nostre preparazioni siano in qualche modo "contagiose"! Ed è ogni volta un piacere immenso leggerti!!
      Grazie, Riccia del nostro cuore!!!! :-*
      Un abbraccio triplo carpiato da noi! ♥♥♥

      Elimina
  7. Sto facendo colazione e leggo la ricetta di questi biscotti così particolari. Oh quanto vorrei averne un paio qui, ora, accompagnando il mio cappuccino! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura, peccato non averteli potuti allungare! :-/
      In effetti sono molto particolari ed altrettanto buoni, considerato che mancano di uova e burro che di solito in un biscotto sono ingredienti fondamentali!
      Io ne son rimasta talmente colpita che li faccio una settimana sì e l'altra pure!!! :-DDDDD

      Ti auguro una giornata piena di cose belle! :-))))))

      Elimina
  8. Immagino che siano buonissimi (oltre che molto belli nella loro rusticità): ho fatto di recente dei biscotti con farine "alternative" con una ricetta di Montersino e sono stati una vera scoperta. Mi salvo questa ricetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina!! :-)))))))))
      Hai ragione, sai? I biscotti, insieme al pane, sono la preparazione ideale per sperimentare tutta l'alternatività possibile ed immaginabile delle farine e fare meravigliose scoperte!
      Spero allora di trovare presto nella tua cucina il racconto dei tuoi recenti biscotti! Nell'attesa vengo a rubare un morso di quel pane dolce che hai pubblicato di cui mi sono innamorata... :-))))

      Ti auguro una buona serata!

      Elimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.