lunedì 6 febbraio 2017

Donuts al forno. Ed è subito carnevale!


Quando l'anno scorso vidi il post di Giulia, rimasi a lungo con gli occhi incollati al pc, incantata dalla bellezza di quelle foto ed incuriosita come non mai dalla ricetta! Fatto sta che la sera stessa avevo già le mani in pasta; essendo il giorno successivo un sabato, avrei potuto dedicarmi con tutta calma a quella golosità che mi aveva rapita e, al tempo stesso, regalare una merenda davvero speciale!
Mi resi conto che il risultato sarebbe stato meraviglioso non appena terminai l'impasto: sotto le mani si presentò subito bello, soffice, profumatissimo, e oserei dire quasi etereo!
Il risultato andò ben oltre le aspettative!
Non solo le ciambelline erano buone da morire, ma non avevano nulla da invidiare a quelle fritte! Il sapore del burro pennellato all'esterno, i granelli di zucchero e la sofficità pazzesca dell'impasto sono stati gli elementi vincenti!
Come immaginavo, gli ospiti arrivati per la merenda non fecero avanzare né una briciola né un granello di zucchero e, alla domanda "vi son piaciuti?" hanno risposto con un'altra domanda "domani possiamo tornare?" :-DDDDD
Poi, quel domani in realtà non c'è stato, e anche i donuts son rimasti da replicare nel corso del tempo, ma di certo non sono finiti nel dimenticatoio, tant'è che oggi li ripropongo e li condivido perché anche voi possiate provare questa straordinaria bontà!
Ah, stavolta ne ho fatto doppia dose, che altrimenti le foto col cavolo che riuscivo a farle!!! ;-)

Alla ricetta ho apportato qualche modifica: ho ridotto la quantità di lievito (poiché avevo a disposizione tutta la notte per far maturare l'impasto) e aggiunto un po' di miele che aiuta a mantenere morbidezza ed umidità nel caso in cui qualche ciambella avanzasse per il giorno dopo (dubito, ma non si sa mai!!).
A questo punto è doveroso, un ringraziamento speciale alla dolce Giulia, che nella sua cucina sforna una meraviglia dopo l'altra, immortalando il tutto con bellissimi scatti!
Grazie Giulia! :-))))))))


RICETTA (dosi per una ventina di donuts)

250 g di farina 0
150 g di farina manitoba
2 uova medie
170 ml di latte intero
50 g di zucchero
15 g di miele di agrumi o acacia
80 g di burro morbido
4 g di lievito di birra fresco
scorza grattugiata di 1 limone non trattato
scorza grattugiata di 1 arancia non trattata
i semi di ½ bacca di vaniglia (oppure un cucchiaino di estratto)
6 g di sale
farina di riso per lo spolvero

Per la finitura:
30 g di burro fuso
zucchero semolato

(clicca per ingrandire)
Versare il latte, lo zucchero, il lievito, le uova e gli aromi in una ciotola; mescolare con una frusta in modo da emulsionare il tutto ed unire i due tipi di farina, precedentemente setacciati, in una sola volta. Aggiungere il sale e, sempre con la frusta, amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto grossolano che lasceremo riposare per una ventina di minuti.
Rovesciare l'impasto su un piano di lavoro e, con la tecnica dello slap&fold, lavorare fino a quando risulterà liscio ed elastico.
Unire il burro, a piccoli fiocchi ed in più riprese (senza aggiungerne di nuovi fin quando i precedenti non siano stati assorbiti) e portare ad incordatura, facendo la fatidica prova del velo.
Per chi impasta con macchina planetaria, eseguire le stesse operazioni utilizzando la frusta K fino all'inserimento del burro, dopo di che proseguire con il gancio.

Raccogliere l'impasto, formare una palla, riporlo in una ciotola coprendo con pellicola per poi trasferirlo in frigo per 10-12 ore (possono bastarne anche 8; il riposo non è indispensabile, ma restituisce profumi e consistenze notevoli).
Trascorso questo tempo, lasciare che l'impasto torni a temperatura ambiente e raggiunga il doppio del suo volume iniziale; a raddoppio avvenuto, sgonfiarlo delicatamente e stenderlo su un piano di lavoro leggermente infarinato ad uno spessore di circa 1 cm. Se non si dispone dell'apposita caccavella per fare le ciambelle, ricavare dei cerchi con l’aiuto di un bicchiere (o di un coppa pasta di circa 8 cm di diametro), quindi con uno più piccolo (di circa 3 cm), ritagliare il buco centrale.
Sistemare i donuts ben distanziati su due teglie rivestite di carta forno; coprire con pellicola e lasciar lievitare  fino al raddoppio del loro volume.
I ritagli di impasto possono essere lasciati così come sono mettendoli a lievitare in un'altra teglia, ottenendo dei golosissimi bottoncini, oppure reimpastati per ottenere altre ciambelle
A raddoppio avvenuto, cuocere in forno caldo a 180° per circa 15 minuti o fino a quando i donuts non saranno leggermente dorati; estrarli dal forno, pennellarli immediatamente con un velo sottile sottile di burro fuso da entrambi i lati , tuffarli nello zucchero semolato e scuoterli delicatamente per eliminare quello in eccesso. Sistemare mano a mano su un vassoio, servire, e bearsi delle facce di coloro che al primo morso sgraneranno gli occhi per la bontà! :-DDDD
Se, per caso, ne avanzasse qualcuno per il giorno dopo, scaldare leggermente nel microonde a temperatura moderata (190w) per poco più di un minuto; torneranno come appena sfornati! ;-)
Allora, vi ho convinti a provarli?? :-))



Vi lascio un'indicazione di quelli che potrebbero essere gli orari da seguire:

ore 19.00 impasto 

ore 20.00 in frigo
ore 07.00 del giorno dopo, acclimatamento e raddoppio dell'impasto
ore 11.00 formatura delle ciambelle
ore 14.00 cottura 
ore 16.00 merendaaaaaaaaaaaa! 


LO SAPEVATE CHE... 
La prima ricetta per preparare i donuts è apparsa negli Stati Uniti intorno alla prima decade del 1800 e pochi anni dopo iniziò a diffondersi anche nel resto dell’America. 
Si tratta, attualmente, di uno dei dolci più diffusi soprattutto a New York, ma secondo la teoria più accreditata le sue origini risalgono agli olandesi. 
Prima del 1850, grazie alla massiccia migrazione degli olandesi negli Stati Uniti, arrivarono nel nuovo continente dei dolci tipici della loro cucina, chiamati olykoeks
Si trattava di una sorta di torta zuccherata e fritta nel grasso. Questo dolce però risentiva  di un problema: non si riusciva mai a cuocerla perfettamente nel centro, che rimaneva sempre crudo. 
Per capire come si decise di ovviare a questo problema, va introdotta la figura del capitano americano Hanson Gregory, che cambiò definitivamente la forma di queste torte, trasformandole nelle ciambelle che conosciamo oggi. 
Gregory, che portava con sé questo impasto durante i lunghi viaggi in nave, ne farciva il centro (dough) con nocciole (hazelnut) o noci (walnut) per coprire il difetto. Da qui nacque il nome doughnut. Successivamente, però, pensò direttamente di forarle centralmente, praticando un buco che avrebbe consentito una cottura omogenea e conferito un sapore decisamente più buono al dolce.

La ciambella con il buco cominciò a diffondersi solo durante la Prima Guerra Mondiale, quando molti soldati americani nelle trincee francesi si nutrivano proprio con le doughnut. Questo perché molte donne volontarie distribuivano cibo, e soprattutto le ciambelle, per ricordare le loro case e famiglie ormai lontane. 
La diffusione di massa avvenne solo nel 1920, quando fu costruito il primo macchinario che iniziò a produrre in serie le ciambelle, grazie all’idea di un rifugiato russo, Adolph Levitt, che la introdusse nella sua bakery di New York. 
Da quel momento, l’idea ebbe successo ed oggi è possibile trovarle quasi ovunque! Alle ciambelle è addirittura dedicata una giornata nazionale negli Stati Uniti: il National Doughnut Day, celebrato il primo venerdì di giugno. Nato per ricordare le centinaia di donne volontarie che assistevano i soldati in trincea mantenendoli in forza,  attualmente è una giornata in cui ci si sbizzarrisce a mangiare ciambelle gratis nei tanti locali che le offrono.
Qui nel frattempo è arrivata l'ora della merenda e io ne ho approfittato per fotografare  qualche musetto inzuccherato... :-)))))))))  
Buon inizio di settimana.
Siate lieti, sempre!





Con questa ricetta partecipo a Panissimo#44, la raccolta di lievitati dolci e salati
ideata daSandra di Sono io, Sandra, e Barbara, di Bread & Companatico,
questo mese ospitata da me Sono io, Sandra 








41 commenti:

  1. Bella!!!! Al forno???? Mio figlio me li chiede da una vita ma solo l'idea di portare in tavola del fritto mi fa venire il mal di stomaco...
    Sembrano davvero fritti in tanto olio bollente, mi sa che glieli faccio stavolta :) Così non si compra più quei cosi puzzolenti ricoperti di improbabili glasse colorate che manco Homer Simpson se li mangerebbe....
    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tatiiiiii!! :-))))
      Ciao dolcezza! Dai, vedrai che con questa ricettina farai la felicità di tuo figlio e poi anche una sana ed ugualmente golosissima glassa, potrai preparala scatenando la tua fantasia! ;-)
      Un bacio grandissimo a te! ♥

      Elimina
  2. al forno????? non ci posso credereeeeeeeeeeeee!!!!! anche se i lunghi riposi in frigo non si addicono al mio temperamento...velove....li proverò senz'altro!!! bravissimaaa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahhahahahhhahahahha Mimma!!!
      Sì, proprio al forno! Anche io lo scorso anno, quando li feci per la prima vota, ero incredula del risultato! Poi al primo morso altro che se mi sono convinta!!!!!:-DDDD
      Se i tempi son troppo lunghi per il tuo temperamento, aumenta la dose di lievito di birra a 12 grammi secondo la ricetta di Giulia e nel giro di poche ore, potrai assaporare anche tu questa meravigliosa bontà! :-)))
      Mimma cara, grazie di cuore!
      Un bacio grande grande! :-*

      Elimina
  3. bbbbuoni!!!!!!......anzi Buonissimissimi!!!!!!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahhahahahaha, li rifacciamo??? :-DDDDDD
      Ciao sorella! :-*

      Elimina
  4. Beh, vorrà dire che dovendo necessariamente fare a meno di te, mi preparerò un cestino di questi meravigliosi doughnuts e me li mangerò pensandoti 😊
    p.s. Di chi è quel bellissimo musetto inzuccherato? ❤❤❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco la mia tesorina!! :-))))))
      Sono certa che se li proverai, l'unica cosa a cui penserai quando affonderai il morso sarà "oh mamma, che bontà!!!" :-DDDD
      Silvia, anche tu mi manchi tantissimo! Mi mancano le nostre chilometriche mail, le chicchierate, le risate e le spedizioni nei mulini a comperar farine! ♥
      Ma ci rivedremo! :-)))
      Ti abbraccio fortissimo e ti sorrido! :-*

      p.s. il musetto è della nipote più piccola! Grazie tesoro!

      Elimina
  5. Ciao Emmettì! Oggi ho una domanda anche per te: siccome io ADORO i donuts, ma non li ho mai fatti perché non so friggere, NON POSSO NON PROVARE QUESTA FANTASTICA RICETTA!!!! Solo che io non ho la caccavella bella che ho visto nelle tue foto per tagliare le ciambelline (in più ho visto anche un robino, sempre nelle foto, che usi per tenere fermo il donut mentre lo spennelli di burro, bello anche quello!): ho cercato in internet, ma non vorrei sbagliarmi ad acquistarla, perché ne ho trovate un milione...mi potresti aiutare nella scelta? approfitto di questo commento anche per chiederti di un'altra caccavella, quella che hai usato qui (http://uncondominioincucina.blogspot.it/2016/05/quando-e-vizio-e-vizio-biscotti-ancora.html) per fare questi troppo carini biscottini...dove hai trovato il taglia cuoricino piccino?
    Grazie mille millissime! Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Reginaaaaaaaaaaaaa!! :-))))))))))9
      Ma che bello ritrovarti nella nostra cucina!
      Aahhahaaahhaha, quanta allegria ci porti!! E lo sai che puoi farci tutte le domande che vuoi, no??? :-DDD
      Allora, la caccavella e l'annesso cosino che hai visto nelle foto del passo passo è poprio un gioiellino fatto apposta per le ciambelle e per tirarle su, sempre col cosino, dall'olio di frittura. È della linea pasticceria della Tescoma e si trova in tutti i negozi di casalinghi o nei reparti dedicati alla cucina delle varie catene di elettronica ed elettrodomestici. Il cuoricino invece è della Wilton.
      Magari poi ci si scrive una mail e ci confrontiamo sull'esattezza di quello che hai visto in rete, che dici?? :-))

      Nel frattempo, se vuoi provare i donuts, tagliali pure con un bicchiere ed il buco ricavalo con un tappo di bottiglia di plastica; vedrai che verranno benissimo ugualmente! ;-)
      Certo, poi la caccavella non si puà non averla!! :-DDD

      Regina cara, grazie a te per l'entusiasmo di sempre e per tutte le soddisfazioni che ci dai!
      Tanti tanti baci e a presto, eh??? :-* :-* :-*

      Elimina
    2. Grazie grazie Emmettì! okkei per la mail, ri-grazie, così non mi sbaglio!!!! siccome questo fine settimana non riesco a farle, ho tutto il tempo per ordinare e farmi arrivare la caccavella! evvai! io adoro le caccavelle...è che ormai a casa non ho più spazio...ma questa è piccolina e quindi ci starà!!!! ahaahahaha! comunque non avevo pensato al tappo di plastica delle bottiglie...grande!! Ciaooooooooo

      Elimina
    3. Ahahahhahahahahaahhaa! Adori le caccavelle eh??? A chi lo dici!!! :-)))))
      Io pure in cucina ho finito lo spazio mentre non riesco a finirla di comperarne ancora!!! ;-)
      E sì, sì, questa è piccolina; non puoi non averla!!!! :-DDD

      Elimina
  6. Mamma mia che meraviglia, hanno un'alveolatura meravigliosa. Devono essere soffici come le nuvole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elenuccia! :-))
      Hai fatto centro! La sofficità di queste ciambelle, è pazzesca! :-))

      Grazie per esserti fermata qui!
      Sei sempre molto molto cara!
      Un bacio grande. :-*

      Elimina
  7. Mi piacciono tantissimo queste ciambelline! Sono morbide e soffici, si vede benissimo. Poi l'idea di spennellarle di burro e zucchero, di sicuro gli dona quel sapore che io amo tanto. Io adoro il burro, lo sai? Lo metterei ovunque ... fortuna che non ho problemi di colesterolo. Buona settimana dolce Emmettì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao dolcezza! :-))
      Eh, son buone veramente queste ciambelle e si lasciano mangiare come fossero ciliegie...
      E poi quella pennellata di burro ci sta che è una meraviglia!
      Ecco, meno male che non hai problemi e che quindi puoi gustare una cosa che ti piace tanto in tutta tranquillità! :-)))

      Una buona settimana dolce anche a te!
      Ho visto che hai tirato fuori un altro lievitato golosissimo... e verrò certamente a rubarmene uno!! :-DDD
      Baci tanti! :-* :-* :-*

      Elimina
  8. Finalmente riesco a leggermi il tuo post con calma e a gustarmi virtualmente i tuoi donuts- che, non è neanche il caso di dirlo - ti sono venuti uno spettacolo. Ci ripensavo proprio in questi giorni, alla bontà di queste ciambelline, che in effetti devo replicare presto.
    Intanto mille grazie per averle provate!
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco la mia musa ispiratrice!!
      Giulia bella, se non fosse stato per te e quando l'avremmo scoperta questa delizia!!!! Quindi grazie a te, di vero cuore!
      Rcambio il tuo abbraccio con tanto affetto! :-*

      Elimina
  9. Mamma mia cosa sono queste ciambelline! anche io l'anno scorso rimasi folgorata sulla via di Daicheimpasto, quando le ho viste da Giulia! Poi sono rimasta impantanata sulla via, e niente ciambelle col buco! a proposito, fuuuurbi gli americolandesi eh! devo provare a fare il buco alla mia testa, ché i capelli al centro non s'asciugano mai :))))
    Eh mi sa che il buco in testa ce l'ho già però, vedi quante minchiate mi escono fuori :)))
    Tornando a bomba, appunto, queste ciambelle sono bombe di bontà, a 'sto giro invece che sulla via mi metto direttamente davanti all'impastatrice, non mi scappano!
    Buone buone buone, grazie tesoro!
    Grazie a te per avermele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahhahhhahahhahahahhhahahahahahhahahahahahaaahahaha!!!
      Muoro, muoro, muoro con i tuoi commenti io!!! Ahaahhaahahahahahhaahah!!!
      Se ti dico cosa avevo letto ad un certo punto!!
      Io pure c'ho i bichi in testa... :-DDDDDD

      Sì, dai! Queste ciambelle provale così potrai capire che il gusto va ben oltre ogni immaginazione!
      Grazie a te, sempre!!! ♥

      Elimina
  10. Mannaggia cara mia, io che volevo restare immune ai dolci di carnevale!!!
    Adesso mi toccherà provarle!! Le avevo viste da Giulia e segnate ma poi quando si tratta dei dolci di carnevale mi freno sempre! Queste in effetti farebbero felici tutti, il marito che adora le coambelle e me che le adoro ma i dolci fritti mi restano sempre indigesti!!!
    E quella boccuccia inzuccherata fa proprio voglia di mangiarsi una deliziosa ciambella!!
    Un baciooooo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvietta!! :-)))))))
      Eh lo so... pure io ho cercato di frenarmi, ma poi davanti a tanta meraviglia non ho saputo (e non ho voluto) farlo!
      E proprio perché queste ciambelle sono il giusto compromessoe, almeno una volta vanno provate (oddio io sto già a due e la seconda volta pure in doppia dose...)!

      Ahahahhhaahhaahhahaahah, mentre vedevo mia nipote che si gustava la sua ciambella, non ho resistito ad immortalare quel momento!

      Un bacio zuccheroso a te e buona settimana, mia cara!
      A presto! :-************

      Elimina
  11. E' da quando mi hanno regalato il libro American Bakery di Laurel Evans che continuo a pomiciare con la sua ricetta dei donuts, pensando di farli al forno (la ricetta del libro li vuole fritti, come da prassi), e non mi decido mai perché ho troppa paura di restare delusa dal sapore. Io che mi porto dietro la memoria sensoriale di quelli che mangiavo da bambina, poi mi aspetto di ritrovare esattamente quei profumi, quei sapori e quelle consistenze, e so che ci resterei troppo male se così non fosse. Del resto, se non provo, non posso sapere cosa mi aspetta veramente... sarà il caso che prenda seriamente in considerazione l'idea di farli. Nel peggiore dei casi, mangerò delle ciambelle che saranno buone lo stesso, anche se non sono donuts.
    Intanto sono felice che i tuoi ti abbiano soddisfatta, e pure i tuoi ospiti ;-)
    Ciao EmmeTì! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhahahahahahahahahahhahahahahahahahahhaahahahahhaah!!! Il pomiciare con le ricette mi mancava!!!!! :-DDDDDDDD
      Eh sì dai, devi provarli quelli di Evans, a maggior ragione perché hai la memoria sensoriale di quelli che mangiavi da bimba! :-))

      Sì, io sono rimasta assolutamente soddisfatta di questa ricetta di Giulia e se ci scappa, prima che finisca il tempo di carnevale, li replicherò perché veramente troppo buoni!

      Grazie Concetta! Leggerti è sempre un gran piacere!
      Ti abbraccio forte! :-*

      Elimina
  12. Ragazze e dirvi che non ho mai amato i donuts ma con i vostri ho la salivazione a 1000??? 😋 wow

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Consuelo!!! :-)))))))
      Felice che questi dounts ti abbiano solleticato il palato!
      Un caro saluto e l'augurio di una buona giornata! :-)

      Elimina
  13. Maria Teresa, ma come si fa? si puo' prendere a morsi lo schermo? no via, io che vengo a vedere certa roba all'ora di pranzo, è da pazzi!
    un abbraccio tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandra bella!!! :-)))))
      Ahahahahahahahaha!! Guarda, a me quando giro per blog, alla vista di certe cose, vien voglia di mordere lo schermo anche se ho appena finito il pranzo o la cena!!!! :-DDD

      Mi prendo il tuo abbraccio, prezioso come sempre, e ricambio con un bacio ed un sorriso!
      A presto, dolcezza!! :-*

      Elimina
  14. Noooo ma che belle tutte queste nozioni sulle ciambelline!!! Grazie!
    Qualche estate fa le ho assaggiate. Eravamo in vacanza a Barcellona e passando davanti una nota (soprattutto all'estero) catena di negozi specializzati nel settore, ci siamo fatti tentare da queste ciambelline.
    Ovviamente io mi sono jettai su quelle classiche con glassa marrone o bianca (che faceva "più sano", se possibile).
    Beh...mi hanno conquistata per la loro leggerezza e poi erano proprio deliziose.
    Un unico pensiero "peccato che siano fritte...altrimenti le farei..."
    Ora non ho più scuse. Proverò la tua proposta!!! Magari le farò a forma di cuore...per S.Valentino...:-P visto che il Carnevale su di me non esercita quel gran fascino (la spiegazione del perché ve la risparmio :-D)!

    Un bacione!
    P.S.: quella cornicetta colorata di infinito/mascherine è un amore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricciaaaaaaa!!! :-)))))))
      Ahahaahahhahahahhah! Dunque, inizio dal p.s.: ehm... tu pensi che io mi sia accorta che il segno di infinito potesse ricordare quello delle mascherine?? E che pertanto la cornicetta fosse a tema???
      Ahahahahaha, ma quando mai!!!!
      Ho preso dei simboli a caso, li ho pennellati di colore e messi lì giusto per movimentare lo stacco!!! :-DDD
      Ecco, dopo questa palese ammissione passo ai donuts, che è meglio (puffo quattr'occhi, docet)!
      Dai, se hai il ricordo delle ciambelle mangiate a Barcellona, queste le devi provare, e magari anziché rotolarle nello zucchero, le glassi a tuo piacimento!! ;-)
      A forma di cuore?? Wow! Ottima idea per San Valentino, si!!!

      Tesoro bello, grazie di cuore per essere passata a trovarci! Lo sai che ti adoriamo, vero???
      Un bacio grande grandissimo e a presto!!

      P.s. E dai, raccontarcela la storia del mancato fascino del carnevale su di te!!! :-D

      Elimina
  15. Ebbene sì! È da tre giorni che mi tengo alla larga da 'sto post. Ho fatto un quintale di frappe e le sto smaltendo con grande sacrificio (se dico così fa meno senso di colpa no?:D). Vabbè tanto le faccio eh, che ti credi. È da quando le pubblicò Giulia che le tengo d'occhio 'se ciambelle. ;);)
    Socia, non mi resta che complimentarmi per i tuoi bellissimi doughnuts. :*
    p.s. Bellina la boccuccia di G.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Socia mia bella!!! :-)))))
      E io le ho pure viste quelle meravigliose frappe eh?? E le.devo pure fare!
      Questi donuts sono una meraviglia! Devi provarli, tesoro!! :-))
      Grazie per le tue parole! Sei speciale, sempre! :-* :-* :-*

      Elimina
  16. I doughnuts al forno??? Mitici, mi ci devo tuffare, fantastici. Sai danno l'idea che poi non ingrassi anche se ne mangi una botte. In questo momento ho ancora la malaciorte dell'impastatrice rotta... Ma appena riesco a ripartire me li faccio. Un bascione cara e buon fine settimana 😘😘😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pattyna bella!!!!!! Ma ciaooooooooooo!!! :-))))))
      Perdona questo imperdonabile ritardo con cui ti rispondo! :-//

      Ahahahhaaaahaaah, bella mia! Sì, questi danno l'idea che essendo al forno, puoi mangiarne anche una botte! :-DDDDD
      Guarda, io l'impastatrice ancora non mi decido a prenderla, così mi illudo del fatto che impastando a mano, qualche caloria in più la consumo! Me tapina...

      Un abbraccio grande a te e un bacino alle fatine del castello! :-* :-* :-*

      Elimina
  17. eccheccavolo!! Ma sono peggio di un virus!! Avevo scritto un papagno di roba e quando finalmente stavo per cliccare su pubblica ... boh, non so come e neppure perchè, mi si è chiuso tutto!!! Eh ma ora mica sto a riscrivere tutto eh! Facciamo che faccio il riassunto telegrafico: inizio anno da schifo stop letargo invernale stop visto post con meravigliose ciambelle stop mi sono svegliata dal letargo stop!
    Ebbene si, non potevo scrivere e dire che meraviglia le tue ciambelle solo guardandole ... saranno poi buone? Mah, belle son belle, ma per sapere se sono davvero buone bisogna annusare, toccare e soprattutto mangiare! Quindi mi è toccato rimettere le mani in pasta (non mi ero accorta mi mancasse così tanto fino a che non ho impastato!!) e le ho fatte, ne sentivo il profumo già mentre le impastavo e me lo sono sognata mentre l'impasto riposava in frigo! Meraviglia delle meraviglie, soffici, profumate, deliziose! Grazie per questa bellissima ricetta, che sicuramente rifarò ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccoti anche qui, carissima Cri Crì! :-))))))))
      Ma quanto è bello leggerti????

      Ahahahaahahahhaahahahahahhahahaha, sì tu sei un virus che colpisce a suon di sorrisi sganasciati, cara mia! Dovresti vedermi (e sentirmi) mentre ti leggo!! :-DDDDDDDDDD
      Anche a me, spesso e volentieri, è capitato che dopo aver scritto un papagno di roba, puffffffffffff! Tutto sparito! Così adesso ho imparato che quando vedo che sono molto prolissa, mi faccio un copiaincolla su un file e salvo il salvabile!!! ;-)
      Con ordine:
      - mi spiace per il tuo inizio anno da schifo; spero che con lo scorrere dei giorni, tutto sia ritornato in carreggiata! ;-)
      - felicissima che le ciambelle ti abbiano destata dal letargo, anche perché ne hai sfornate di meravigliose! :-DDD
      Hai visto che bella la sensazione delle mani in pasta dopo che non lo si fa da un po??? Ahahahahahaaha, mi sa che pure tu sei persa per i lievitati vero?? Me ne accorgo dalle parole "sentivo il profumo già mentre le impastavo e me lo sono sognata mentre l'impasto riposava in frigo."
      Che bella che sei!! :-))))))

      Grazie a te per aver replicato queste delizie e per averci mandato subito i tuoi scatti, che già da ieri sono nella nostra vetrinetta!
      Son tanto contenta dell'entusiasmo che ci hai lasciato con le tue parole (come sempre del resto)!
      Un bacio grande grandissimo e l'augurio di un buon proseguimento di giornata!
      A presto, dolcezza!

      Elimina
  18. La prossima volta che offri questa merenda chiamami... ti renderò beatissima!!!
    Le ciambelle cotte si possono congelare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahahahah, Francy!
      Allors,.Le ciambelle sono molto delicate, quindi per congelarle le metterei disposte su un vassoio e le radunerei in un sacchetto solo dopo che son congelate. In ogni caso, la pennellatura con burro e successivo rotolamento nello zucchero lo consiglierei dopo averle scongelate e scaldate un pochino. ;-)

      Buongiorno a serata a te e al Re! :-DDDD

      Elimina
    2. Seeeeee... buon giorno!!!
      Mi sa che è ora che vado a ripormi...

      Elimina
  19. Io direi che questi va bene anche se li preparo dopo carnevale... me li sono persi mannaggia a me ma vedrò di rimediare magari il prossimo fine settimana.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisabetta bella!!!! :-)))
      Ahahahahahahahahah, anche io.mi son persa un sacco di cose carnevalesche, ma per fortuna ci sono cose che non hanno tempo, e che possiamo preparare quando vogliamo! :-)))
      Son felice di leggerti! Grazie per esserti fermata a lasciare le tue parole!
      Un bacio grande e l'augurio di una serata piena di sorrisi! :-* :-* :-*

      Elimina

Sono graditi tutti i commenti, anche quelli da Anonimo, purché firmati, come regola base di buona educazione.